Pubblicità: Sassoli (Upa), ‘imprese reattive e creative di fronte a emergenza coronavirus’

Condividi questo articolo:

Milano, 25 mag. (Adnkronos) – Le imprese italiane hanno reagito all’emergenza coronavirus “in maniera sorprendente per rapidità di reazione, messa in sicurezza dei propri dipendenti, smart working e anche in termini di creatività. I messaggi pubblicitari sono stati cambiati rapidissimamente e le aziende sono riuscite a far sentire la loro vicinanza alle persone”. Lo ha detto Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente di Upa, Utenti di Pubblicità Associati, nel corso del webinar di Nielsen sulla pubblicità nel primo trimestre 2020. Le imprese “sono state un aggancio emotivo positivo, con campagne che hanno dato coesione e orgoglio nazionale. Ora il tono sta cambiando e si cerca di dare fiducia nel futuro”, ha spiegato.

“E’ stato un momento d’oro per i media in termini di audience ed è stata una buona opportunità per investire sulle marche”. Ora, ha sottolineato Sassoli de Bianchi, “stiamo uscendo da un dramma, dobbiamo essere capaci di resistere agli eventi per risalire nel 2021, anno in cui sono stati rimandati tutti gli eventi sportivi. Il trend della pubblicità seguirà quello dei consumi. Chi raggiungerà livelli normali di mercato, recupererà in fretta e chi ha avuto il coraggio di investire in questi due mesi uscirà rafforzato dalla crisi”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net