ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Servizi: Conte al Copasir, apertura su 'ritocchi' norma rinnovo vertici (2)-Pd, Orfini: "Basta andare a rimorchio"-Welfare, Dallaglio (Cerved): 'Quello aziendale esce irrobustito da esperienza Covid'-Rapporto Generali Italia, con emergenza Covid salto di qualità al welfare aziendale-Rapporto Generali Italia, con emergenza Covid salto di qualità al welfare aziendale-Tumori: Associazione pazienti, arriva Carta diritti malati cancro stomaco-Tumori Gastrointestinali: le Associazioni dei pazienti lanciano la “Carta dei Diritti”-Welfare, Sesana (Generali): 'E' leva per ripresa sostenibile del Paese'-Welfare, Sciacca (Generali): 'Imprese hanno reagito prontamente in emergenza Covid'-Servizi: Conte al Copasir, apertura su 'ritocchi' norma rinnovo vertici-Gruppo Fedrigoni, Luca Zerbini nuovo managing director paper & security-Coronavirus: Zaia, 'oggi non vedo necessità lockdown, non c'è emergenza'-Tumori: Associazione pazienti, arriva Carta diritti malati cancro stomaco-Autonomia: Zaia, 'Roma non può non tener conto del voto Veneto, percorso tracciato'(2)-Voto Veneto: Zaia, 'non commento Crisanti, si commenta da sé'-Voto Veneto: Zaia, 'consenso da chi di solito non ci vota, non voglio deluderli'-Autonomia: Zaia, 'Roma non può non tener conto del voto Veneto, percorso tracciato'-Voto Veneto: Zaia, 'non ho mire nazionali, non confondere regionali con politiche'-**Voto Veneto: Zaia, 'dire che ho vinto per Covid riduttivo e offensivo per veneti'**-**Voto Veneto: M5S non ce la fa, è fuori dal consiglio regionale**

Ponte Genova: Calderoli, ‘non c’era nulla da celebrare, oggi si rimedia a vergogna’

Condividi questo articolo:

Roma, 3 ago. (Adnkronos) – “Ho condiviso la volontà dei familiari delle vittime della tragedia del Ponte Morandi di incontrare solo il Presidente Mattarella, in maniera riservata, perché a parte quei pochi, come i commissari Bucci e Toti che si sono sempre impegnati ogni giorno in prima linea per questa ricostruzione, per tutti gli altri politici quella di oggi è stata solo una passerella elettorale e mediatica veramente intollerabile. Erano lì giusto per esserci, senza aver fatto nulla per la ricostruzione. Mi spiace però che questa inaugurazione si sia trasformata in una sorta di 25 aprile, in una celebrazione quando non c’era nulla da celebrare. Perché l’Italia non ha vinto nessuna guerra e battaglia, l’Italia ha perso, ha perso 43 vite, oltre ai feriti, ha perso centinaia di posti di lavoro e ha bruciato centinaia di miliardi tra diretto e indotto locale e non, senza dimenticare gli sfollati del quartiere”. Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.

“Oggi -aggiunge- si rimedia ad una vergogna, ad un fallimento, ad una sconfitta dello Stato, rimettendo semplicemente un ponte in un’autostrada, tutto qui, ma le vittime che andavano evitate e il danno economico pazzesco provocato non verranno rimediati”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net