Palermo: riciclaggio e bancarotta, arrestato ex patron Blutec e sequestri per 4 milioni euro

Condividi questo articolo:

Palermo, 18 giu. (Adnkronos) – Su delega della Procura della Repubblica di Torino, i finanzieri del Comando Provinciale di Palermo, con la collaborazione dei colleghi di Torino e Lecce, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Torino nei confronti di tre persone. Una è destinataria di custodia cautelare in carcere, si tratta di Roberto Ginatta, 73 anni, e altri due, Matteo Orlando Ginatta di 26 anni, il figlio, e Giovanna Desiderato di 76 anni, la storica segretaria del gruppo, sono ai domiciliari. Le ipotesi di reato sono di riciclaggio, autoriciclaggio e bancarotta fraudolenta patrimoniale, documentale e da reato societario.

Con lo stesso provvedimento il Gip ha disposto il sequestro preventivo dell’intero complesso aziendale della holding M.O.G. S.r.l., che nell’ultimo bilancio ha iscritto partecipazioni per oltre otto milioni di euro, di proprietà di Matteo Orlando Ginatta e formalmente amministrata da Giovanna Desiderato, che controlla indirettamente la Alcar Industrie s.r.l. con sedi a Lecce e Vaie (Torino); -quote societarie e disponibilità finanziarie del valore di circa 4 milioni di euro. La società in sequestro è stata affidata a un amministratore giudiziario che continuerà a gestirla nell’interesse pubblico.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net