**Palermo: ragazza morta nel burrone, pm ‘decisive immagini estrapolate da telecamere’**

Condividi questo articolo:

Palermo, 26 gen. (Adnkronos) – Per la Procura di Termini Imerese (Palermo) sono “decisive” le immagini “estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza” per la firma del provvedimento di fermo a carico di Pietro Morreale di 19 anni, accusato dell’omicidio della fidanzata, Roberta Siragusa di 17 anni. Lo scrivono i pm nel provvedimento. In particolare una telecamera di una abitazione in contrada San Rocco che “conduce al luogo del rinvenimento”, unica “via di accesso di Caccamo”. “Dalla visione dei filmati – scrive il pm – è stato accertato che la Fiat Punto di Morreale è transitata per due volte lungo la strada. Precisamente i video mostrano la Fiat Punto effettuare un primo passaggio verso il luogo del ritrovamento del cadavere alle 2.37 per poi ritornare alle 2.43. Successivamente si nota un secondo passaggio della medesima auto alle 3.20 con rientro alle 3.40”. “Questa circostanza – scrive il pm – non ha trovato alcun riscontro nella versione fornita dall’indagato”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net