ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Premi: torna 'Arte Cultura Villa Sormani', dal 25 giugno 3 giorni di eventi, storia e cultura (2)-Covid Italia, 1.147 contagi e 35 morti: bollettino 18 giugno-Covid Italia, 1.147 contagi e 35 morti: bollettino 18 giugno-Covid Italia, 1.147 contagi e 35 morti: bollettino 18 giugno-Milano: Moratti, 'finalmente comune si allinea, restano operativi ospedali Ss Paolo e Carlo'-Covid: Moratti, 'con piano famiglia giovani possono conciliare vacanze e vaccino'-Covid oggi Italia, 1.147 contagi e 35 morti: bollettino 18 giugno-Sondrio: Sertori, 'da settembre piena operatività di tutti gli uffici postali'-Sondrio: Sertori, 'da settembre piena operatività di tutti gli uffici postali' (2)-Covid: Foroni, 'su vaccini, in Lombardia grande lavoro volontari protezione civile'-Seconda dose AstraZeneca, Draghi: "Chi vuole, può farla"-Tennis: Atp Queen’s, Berrettini in semifinale, battuto Evans in due set-**Musica: Saviano, 'De Luca mi ha escluso dal Ravello Festival'**-Tod’s: scatta da domani la campagna vaccinale nell’headquarter marchigiano-Lombardia: Locatelli in visita nel bresciano, 'un territorio ricco di realtà preziose'-Comunali: domenica primarie a Roma e Bologna, occhi puntati su partecipazione/Adnkronos-Comunali: domenica primarie a Roma e Bologna, occhi puntati su partecipazione/Adnkronos (2)-Calabria: Boccia fa il punto con il Pd locale su scelta Ventura-Corruzione: Montante, 'mai parlato di antimafia, non eravamo sceriffi'/Adnkronos-Corruzione: Montante, 'mai parlato di antimafia, non eravamo sceriffi'/Adnkronos (2)

**Musica: è morto Curtis Fuller, leggendaria tromba jazz**

Condividi questo articolo:

Washigton, 11 mag. – (Adnkronos) – Il musicista statunitense Curtis Fuller, leggendario compositore e trombonista jazz che ha suonato con Miles Davis, John Coltrane e Art Blakey, è morto all’età di 86 anni sabato 8 maggio. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla figlia Mary Fuller e dalla Jazz Foundation of America.

Per la tipica sonorità rotonda, per il forte senso ritmico, per l’estro delle sue improvvisazioni, Fuller si è imposto come uno dei più importanti solisti del jazz moderno, nonché come una delle figure più rappresentative delle rivoluzioni stilistiche che questa musica ha attraversato negli anni ’50 e ’60.

Era nato a Detroit il 15 dicembre 1934 da genitori di origine giamaicana, che morirono quando Fuller era ancora bambino, finendo così in un orfanotrofio. Fuller fin da giovanissimo collaborò con le stelle del jazz degli anni ’50, prendendo parte a importanti registrazioni con Bud Powell, John Coltrane, Jimmy Smith (è stato l’unico trombonista ad avere inciso con loro), Lee Morgan, Sonny Clark, Miles Davis, Yusef Lateef, Cannonball Adderley e Paul Chambers. Nei primi anni sessanta è membro stabile di due storiche band: i Jazz Messengers di Art Blakey e il Jazztet di Art Farmer e Benny Golson. Sul finire dello stesso decennio prese parte alla Big Band di Dizzy Gillespie e all’orchestra di Count Basie Ha continuato ad esibirsi dal vivo ed a registrare album in studio fino a un paio di anni fa.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net