Mo: Cuppi, ‘pace con accordo internazionale chiaro e condiviso’

Condividi questo articolo:

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – “‘L’importante è che non sia la pace del più forte imposta al più debole. La pace si può fare solo tra eguali: finché gli israeliani non si ritireranno dalle terre occupate, finché cioè non verrà ristabilita la legalità internazionale, non si potrà iniziare nessun vero negoziato di pace’. Condivido in toto le parole di Moni Ovadia. Perché quanto accaduto e quanto sta accadendo non è più tollerabile”. Così Valentina Cuppi, presidente del Pd.

“Quattro giorni fa l’Ufficio dell’Onu per i Diritti umani aveva infatti avvertito che gli sgomberi forzati dei cittadini palestinesi nell’area di Gerusalemme est avrebbero potuto essere ritenuti crimini di guerra, ha intimato Israele ad interrompere subito gli sgomberi. Esiste una innegabile violazione del Diritto internazionale. L’occupazione illegale delle terre dei palestinesi va avanti da anni e anni”.

“Il quadro è ancora una volta chiaro: espellere i palestinesi da Gerusalemme. La comunità internazionale deve agire subito, ponendo fine all’occupazione israeliana del territorio palestinese, facendo fermare il lancio di missili da parte di Hamas. E deve farlo adesso, perché stanno morendo civili inermi, bambini. Di pace c’è bisogno in quei territori senza pace. Una pace raggiungibile solo con un accordo internazionale chiaro e definitivo”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net