ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Arte: inchiesta opere De Dominicis, resta a Roma procedimento per Sgarbi e altri venti**-Tridico: "Inps partecipe nel sostegno alla ripartenza"-Calcio: Sassuolo, Dionisi è il nuovo allenatore-Maturità, preside Righi (Roma): "i protagonisti sono gli studenti non i prof, vanno capiti ruoli"-Libri: Premio Biella Letteratura e Industria, scelti i 5 finalisti-Libri: Premio Biella Letteratura e Industria, scelti i 5 finalisti (2)-Tragedia Mottarone: Fiano, 'osceno diffondere video morte in diretta'-Maturità: preside Virgilio, 'a Milano tutto ok, clima positivo e no rischio aumento bocciature'-Maturità: preside Virgilio, 'a Milano tutto ok, clima positivo e no rischio aumento bocciature' (2)-**Covid: nel milanese 75 nuovi casi, 30 a Milano città**-**Pd: Calenda, 'sospeso per critiche a Bettini? provvedimento degno di Ceausescu'**-Inps, al via convenzione 'Inps per tutti, rete agile di Welfare' con Caritas Ambrosiana-Energia, Ue potenzia accesso elettricità nell'area di Virunga-**Roma: 20enne mori’ per buche, a processo titolari ditta manutenzione**-Letteratura: Brontë Society lancia campagna per bloccare asta manoscritti-Letteratura: Brontë Society lancia campagna per bloccare asta manoscritti (2)-Tragedia Mottarone: Malpezzi, 'video non aggiunge nulla, offende dolore'-Comunali Roma, Michetti: "Cittadino deve sentire amministrazione vicina"-Il Gemelli di Roma e il Giglio di Cefalù insieme per cura e ricerca-Bellantone (Gemelli): "A Cefalù eccellenze per impedire turismo sanitario"

Libro Di Battista: ‘a Stati generali M5S silenziate mie richieste e voti delegati’

Condividi questo articolo:

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – “Agli Stati Generali del Movimento 5 Stelle – che si sono tenuti nel novembre 2020 – avevo posto, legittimamente, alcune questioni politiche. Le avevo poste in quanto portavoce di migliaia di persone che reputavano quelle istanze fondamentali per il rafforzamento del Movimento. Non avevo chiesto un posto, ma garanzie”. Così Alessandro Di Battista, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa in alcuni passaggi del suo nuovo libro ‘Contro’, edito da PaperFirst e in uscita domani, letto dall’Adnkronos in anteprima.

L’ex deputato M5S ricorda nell’ordine tutte le sue richieste, dalla conferma del limite al doppio mandato -regola aurea del Movimento- alla collazione autonoma dei 5 Stelle alle prossime politiche, ma anche la revoca delle concessioni ai Benetton, garanzie per una legge sul conflitto di interessi e trasparenza sulle nomine. “Nei giorni successivi – ricorda – non ho ricevuto alcuna risposta. Eppure, ripeto, non avevo avanzato alcuna richiesta personale. Il silenzio dei “vertici” venne interrotto solo da qualche velina inviata ai giornali per informarmi del fatto che tali richieste fossero irricevibili. Ero molto irritato”.

“Vito Crimi aveva deciso di non pubblicare il numero dei voti preso da ciascun delegato, sebbene moltissimi iscritti lo avessero richiesto. Enrico Mentana, una settimana dopo la fine degli Stati Generali, ha scritto: ‘Trovo davvero sconcertante che una forza che ha fatto del confronto online in tempo reale con gli iscritti e della trasparenza dell’azione politica i suoi cavalli di battaglia non abbia ancora comunicato nulla sull’esito dei suoi Stati Generali, finiti ormai da una settimana, e che nemmeno ancora si sappia quanti voti avevano avuto i delegati ammessi’. In molti hanno sospettato che la mancata pubblicazione del numero delle preferenze date ai delegati fosse legata al risultato che avevo ottenuto io. «A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina», diceva Andreotti”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net