Giustizia: Palamara, ‘politica preferisce non disturbare magistrati su riforme’

Condividi questo articolo:

Milano, 24 giu. (Adnkronos) – “All’interno della magistratura vige il principio dell’autoriforma: un magistrato dice le riforme ce le facciano noi”, un aspetto su cui la classe politica “deve confrontarsi e tenerne conto. Ci sono riforme e riforme, sul tema della Next Generation Eu siamo tutti d’accordo che è un’occasione irripetibile e nessun magistrato dirà mai di no”. Lo afferma Luca Palamara, il magistrato autore del libro ‘Il sistema’, ospite del convegno ‘Da Tangentopoli al Sistema’ che si è tenuto a Milano.

Sul resto, però, le divergenze tra i due mondi sono evidenti. “In questo momento la classe politica essendo a vario titolo e diversamente coinvolta anche in vicende giudiziarie ritiene che sia meglio arretrare, forse perché ci sono dei consiglieri che suggeriscono che la strada migliore sia non disturbare il manovratore che è chi deve svolgere le indagini e se così è meglio non muovere l’acqua e se cosi è meglio non fare le riforme”, aggiunge.

“Io penso che invece a un certo punto bisogna prendere il coraggio e provare invece a pensare invece che dopo 70 anni si può discutere se il sistema è ancora attuale, se qualcosa non ha funzionato nelle regole del gioco”, conclude Palamara che auspica un intervento serio.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net