Francia: interrogato amico che ha ospitato Brahim ad Alcamo, non è in stato di fermo

Condividi questo articolo:

Palermo, 31 ott. (Adnkronos) – E’ stato sentito fino a tarda notte dalla Digos di Palermo il giovane tunisino che fino a pochi giorni fa aveva ospitato ad Alcamo (Trapani) Brahim Aoussaoui, l’attentatore tunisino di 21 anni di Nizza. Il Dipartimento antiterrorismo della Dda di Palermo indaga sui passaggi del giovane sbarcato a Lampedusa e poi portato a Bari e tornato in Sicilia, dove è rimasto per due settimane. Ieri sono state fatte perquisizioni ad Alcamo, in alcuni negozi e nella zona frequentata da Brahim Aoussaoui, tra cui un venditore di kebab. “L’uomo non è in stato di fermo”, spiegano gli investigatori all’Adnkronos.

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net