Egitto: Verducci, ‘augurio a Zaki è che dia lettera a Segre in Senato’

Condividi questo articolo:

Roma, 16 giu. (Adnkronos) – “L’augurio che oggi facciamo a Zaki nel giorno del suo trentesimo compleanno è che possa tornare libero al più presto e possa incontrare Liliana Segre qui in Senato e consegnarle di persona la lettera che le ha scritto”. Lo ha detto il senatore del Pd Francesco Verducci, primo firmatario mozione per cittadinanza a Zaki, intervenendo in Aula in Senato.

“Nell’ultimo incontro che hanno avuto Zaki ha lasciato alla sua fidanzata un cuore intarsiato nel sapone e a sua mamma una chiesa intarsiata nel legno e poi una lettera per la senatrice Segre per ringraziarla per il suo sostegno. Lei reclusa nei campi di sterminio a fianco di Zaki che è al buio da un anno e mezzo”. “A guardare il volto di Zaki – afferma Verducci – si vede il voto di Giulio Regeni perché entrambi rappresentano la stessa generazione di cittadini del mondo, innamorati dell’Italia, dell’Europa, dell’Egitto, innamorati dei diritti, della libertà di potersi battere per le proprie convinzioni. Parlare di Zaki è parlare Giulio, chiedere giustizia per Zaki significa chiedere verità e giustizia per Giulio Regeni torturato e ucciso a pochi chilometri da dove Zaki è recluso. È una battaglia simbolo per la credibilità del nostro Paese. Per questo, per non tenere viva la mobilitazione, il Senato ha chiesto al Governo di attivarsi con urgenza per il conferimento a Zaki della cittadinanza italiana”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net