Covid: Jelinic (Fiavet), ‘suicidio titolare agenzia viaggi segale esasperazione settore’

Condividi questo articolo:

Roma, 27 feb. (Adnkronos) – “Esprimo il più profondo cordoglio per il suicidio del collega Stefano Cecchi di Kublai Viaggi di Carmignano. Un primo segnale di esasperazione di un mondo, il nostro, che non ce la fa più. Da agosto dello scorso anno non abbiamo avuto più sostegno e nella situazione contingente diventa sempre più difficile andare avanti”. Ad affermarlo in una nota è Ivana Jelinic, presidente Fiavet-Confcommercio.

“Mi auguro – spiega – che il Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, possa al più presto venirci incontro e arginare la situazione drammatica affinché episodi così estremi non si ripetano. E’ un primo segnale gravissimo. Sono vicina alla famiglia e alla socia che con Stefano ogni mattina ha alzato la serranda sperando che qualcosa cambiasse, ma così non è stato. Questo impone una riflessione importante per le Istituzioni e definisce il livello di urgenza in cui ci troviamo”, conclude.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net