Covid: Foroni, ‘su vaccini, in Lombardia grande lavoro volontari protezione civile’

Condividi questo articolo:

Milano, 18 giu. (Adnkronos) – La capacità di fare sinergia del mondo della Protezione civile e di quello sanitario è il valore aggiunto della campagna vaccinale della Regione Lombardia. È questo in sintesi il pensiero dell’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, intervenuto alla conferenza stampa sulle vaccinazioni anti-Covid.

“La Lombardia – ha sottolineato Foroni – è stata la prima in Italia ad avviare questa attività, nessun’altra regione ha dato vita a una così forte interazione tra campo sanitario e mondo della Protezione civile. Se la campagna vaccinale sta avendo un buon risultato è anche dovuto alla capacità tra sanità e volontariato di Protezione civile di mettersi insieme. Tutti i volontari della Protezione civile che sono stati impegnati nella lotta al Covid e nella programmazione vaccinale – ha continuato – meritano il nostro più sentito ringraziamento. Solo come numero, infatti, ci stiamo avviando, dall’inizio della pandemia, alle 400mila giornate/uomo per il volontariato di Protezione civile. È un numero impressionante”.

“La soddisfazione è grande – ha aggiunto l’assessore – anche per l’interazione che c’è stata tra i cittadini che andavano nei centri vaccinali e la simbiosi che si è creata con i volontari a partire da quelli di Protezione civile perché spesso sono le prime persone che si incontrano negli hub distribuiti sul nostro territorio. Sono loro infatti che hanno il compito di accogliere e di dare le prime informazioni anche di tipo logistico. Queste sono situazioni che spesso non si notano ma che hanno contribuito all’ottima organizzazione della campagna vaccinale”.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net