Coronavirus, “Parigi a rischio ‘allerta massima’”

Condividi questo articolo:

Parigi, 1 ott. (Adnkronos) – Parigi e la sua banlieue rischiano di essere posti a partire da lunedì in stato di ‘allerta massima’ per il coronavirus. Lo ha detto il ministro francese della Sanità, Olivier Veran, spiegando in conferenza stampa che la capitale ha appena superato la soglia d’allerta su tre criteri chiave: tasso d’incidenza del contagio sulla popolazione, incidenza del contagio sugli ultra 65enni e percentuale dei letti di rianimazione occupati. “Questo superamento delle soglie lo osserviamo da qualche ora, dovrà essere confermati nei prossimi giorni”, ha spiegato.

Lo stato d’allerta massima significa “basta feste di famiglia, basta serate, chiusura totale dei bar”, ha detto Veran, che ha ipotizzato restrizioni per mantenere aperti i ristoranti. L’allarme riguarda Parigi e la “piccola cintura”, ovvero i tre dipartimenti che circondano la capitale: Hauts-de-Seine , Seine-Saint-Denis e Val-de-Marne.

“Siamo in una fase di aggravamento della circolazione del virus che mette in tensione il nostro sistema sanitario. Dobbiamo raddoppiare gli sforzi”, è l’allarme lanciato da Veran in conferenza stampa. “Sappiamo – ha detto – che dei 15mila casi diagnosticati oggi, almeno 75-150 andranno in rianimazione e quasi altrettanti moriranno”.

La situazione ha aggiunto “è molto preoccupante” a Lilla, Lione, Grenoble, Tolosa e Saint-Etienne, mentre a Nizza, Marsiglia e Bordeaux, dove sono già state imposte misure restrittive, si cominciano a vedere primi piccoli effetti positivi.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net