Coronavirus: hotel Michelangelo ha ospitato 511 persone in quarantena, età media 42

Condividi questo articolo:

Milano, 7 lug. (Adnkronos) – Sono passati 100 giorni da quando l’Hotel Michelangelo a Milano ha aperto le sue porte al primo ospite affetto da covid19 e da allora sono state 511 le persone accolte. Si tratta di quanti vivevano in contesti in cui non era possibile passare il periodo di quarantena se positivi al coronavirus perché a stretto contatto con altri. Al momento, sono meno di quaranta le persone presenti e mediamente gli ospiti sono stati 120, con un picco di 200 presenze giornaliere tra metà aprile e metà maggio. Il progetto dell’Hotel Michelangelo sarà rimborsato con circa 500mila euro al mese per l’accoglienza nell’immobile messo a disposizione dal gruppo Finleonardo.

Dei 511, 348 sono uomini e 163 sono donne, per più del 50% provenienti da ospedali, per il 23,5% da strutture collettive di accoglienza, per circa il 15% da caserme delle forze dell’ordine. L’età media degli ospiti è stata di 42 anni: le persone tra i 40 e i 60 anni il 45%, seguite dalla fascia d’età tra i 20 e i 30 anni (18,8%), tra i 30 e i 40 (15,5%), tra i 60 e i 70 (9,8%) e tra i 70 e gli 80 (5,5%).

Questo articolo è stato letto 3 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net