ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Varese: domani questura inaugura sala per ascolto vittime reati di genere-Aeroporti: dipendenti ex Sea Handling, 'a rischio 550 famiglie, aiutare indotto'-Digital Value: acquista il 51% di Dimira-**Aspi: Atlantia, 'imposizione dell'obbligo di cederla a Cdp esula da facoltà concedente'**-Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos-Camorra: i 3 no della Camera ai pm su Cosentino, così il centrodestra si spaccò/Adnkronos (3)-Berlusconi: compleanno in quarantena, centinaia di auguri e spegne candeline-Emilia Romagna: ritorna lo storico panificio a Santarcangelo-Mostre: Intesa Sp sponsor prima monografica dedicata ad Artemisia Gentileschi-Gf Vip, Brosio: "Ho rischiato di entrare nella Casa da positivo, tamponi erano negativi"-Confindustria: Landini, 'combattere la precarietà nel lavoro'-Milano: vicesindaco su protocollo abusivismo, 'siamo con cittadini onesti'-Flowe, spazio a temi green sui social e 30mila kg di plastica raccolti-Covivio: inaugura a Milano suo spazio di 'pro-working' con 400 postazioni-Cosentino assolto in appello: "9 anni di inferno, finalmente è finita"-Terrorismo: sindaco Bulciago, 'felice per bambini Brignoli, spero torneranno qui'-Confindustria: Furlan, 'bene appello Bonomi per Patto vero per sviluppo e lavoro'-Lecce, legale famiglia di Daniele: "Movente assurdo, tutto ancora più inaccettabile"-Ue: Bonomi, 'spero che Governo scelga Mes non che lo subisca per cassa'

Contratti: Federvini, rinnovo Ccnl alimentare sia occasione di unità

Condividi questo articolo:

Milano, 5 ago. (Adnkronos) – “Lo scenario economico e sociale è lo sfondo naturale di un rinnovo del Ccnl dell’Industria Alimentare: è necessario che tutti condividano la particolare eccezionalità deli un momento nel quale vi è ancor più bisogno di unione, non di divisione”. E’ quanto sottolinea Federvini dopo l’intesa firmata lo scorso 31 luglio da tre associazioni industriali alimentari con Fai, Flai e Uila, senza il coordinamento di Federalimentare. “All’enorme dispiacere per questa fuga in avanti, si accompagna ora lo stupore” per lo stato di agitazione proclamato dalle tre sigle sindacali a partire dal 24 agosto, si sottolinea dall’associazione.

La chiusura del canale Horeca, le misure di distanziamento sociale, l’assenza del flusso turistico internazionale e il brusco rallentamento delle esportazioni “hanno creato enormi difficoltà e continueranno a farlo. È impensabile immaginare un ritorno immediato alla normalità”, si continua da Federvini. “Il rinnovo del contratto nazionale non può non tener conto di questa situazione: il periodo concordato con l’accordo-ponte di maggio avrebbe dovuto essere dedicato alla valutazione congiunta dei nuovi scenari economici e sociali per tutelare al meglio i posti di lavoro, i lavoratori, le loro famiglie nel contesto di straordinaria difficoltà generale”.

L’auspicio di Federvini è che rientri lo stato di agitazione annunciato dalle organizzazioni sindacali e che “riprenda il confronto, sotto l’egida di Federalimentare, per giungere ad un rinnovo del Ccnl ragionato, ragionevole ed ancora una volta unico”.

Questo articolo è stato letto 5 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net