Cinema: è morto Rémy Julienne, il re degli stuntman tra Cinecittà e 007 (2)

Condividi questo articolo:

(Adnkronos) – Rémy Julienne ha curato le scene di azione in film come “Il giorno dello sciacallo” di Fred Zinnemann (1973), “La polizia incrimina, la legge assolve” di Enzo G. Castellari (1973), “Milano trema: la polizia vuole giustizia” di Sergio Martino (1973), “Altrimenti ci arrabbiamo!” di Marcello Fondato (1974), “La pupa del gangster” di Giorgio Capitani (1975) “Poliziotto sprint” di Stelvio Massi (1977), “L’asso degli assi” di Gérard Oury (1982), “C’era una volta in America” di Sergio Leone (1984), “007 – Bersaglio mobile” di John Glen (1985), “Target – Scuola omicidi” di Arthur Penn (1985), “Frantic” di Roman Polański (1988), “GoldenEye” di Martin Campbell (1995). Ha concluso la carriera dirigendo una squadra di stunt per “Il codice Da Vinci” di Ron Howard (2006)

Negli anni Sessanta e Settanta girò diversi spot pubblicitari per la Fiat, esibendosi a bordo di Fiat 124, Fiat 126, Fiat 127, Fiat 128 e Fiat 131. Oltre alla Fiat, Julienne ha effettuato molte acrobazie anche con vetture Citroën e Renault. Si è ritirato dall’attività nel 2010, alla soglia degli 80 anni.

Questo articolo è stato letto 6 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net