ULTIMA ORA:

**Calcio: Ceferin, ‘non potevamo privare tifosi di poter assistere a finale Champions’**

Condividi questo articolo:

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – “Penso che possiamo essere tutti d’accordo sul fatto che speriamo di non vivere mai un anno come quello che abbiamo appena vissuto. I tifosi hanno dovuto soffrire per più di dodici mesi senza la possibilità di vedere le loro squadre dal vivo e raggiungere una finale di Champions League è l’apice del calcio per club. Privare quei tifosi della possibilità di vedere la partita di persona non era un’opzione e sono lieto che questo compromesso sia stato trovato. Dopo l’anno che i tifosi hanno sopportato, non era giusto non avere la possibilità di vedere le loro squadre nella partita più importante della stagione”. Lo ha detto il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin annunciando lo spostamento della finale di Champions League da Istanbul a Oporto.

“Ancora una volta ci siamo rivolti ai nostri amici in Portogallo per aiutare sia la Uefa che la Champions League e sono, come sempre, molto grato all’FPF e al governo portoghese per aver accettato di organizzare la partita con così poco preavviso. Hanno lavorato instancabilmente in vincoli di tempo molto stretti per trovare soluzioni per le molte sfide che presenta una partita di questa portata. Ogni volta che c’è stato un ostacolo, sono stati creativi nelle soluzioni presentate e il successo della messa in scena della finale di quest’anno è interamente dovuto al loro duro lavoro e alla loro tenacia. Accettiamo che la decisione del governo britannico di inserire la Turchia nella lista rossa dei viaggi sia stata presa in buona fede e nel migliore interesse di proteggere i suoi cittadini dalla diffusione del virus, ma ci ha anche presentato una grande sfida nella messa in scena una finale con due squadre inglesi”, ha sottolineato Ceferin.

“Le difficoltà nello spostare la finale sono grandi e la FA e le autorità hanno fatto ogni sforzo per provare a mettere in scena la partita in Inghilterra e vorrei ringraziarli per il loro lavoro nel cercare di realizzarlo. La federazione calcistica turca e le autorità turche hanno riconosciuto gli sforzi della Uefa per dare ai tifosi delle due squadre la possibilità di assistere alla partita. La Federcalcio turca e le autorità sono sempre state partner affidabili della Uefa e la Turchia ha ospitato molti eventi Uefa nel corso degli anni con grande successo. Spero di essere a Istanbul e in Turchia per una finale di Champions League e molti altri eventi nel prossimo futuro. Spero che la finale sia un simbolo di speranza per il riemergere dell’Europa da un periodo difficile e che i tifosi che si recano alla partita possano ancora una volta prestare la loro voce per mostrare questa finale come la migliore del calcio di club”, ha concluso Ceferin.

Questo articolo è stato letto 4 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net