Aspi: Atlantia al Governo, sempre coerenti con impegni assunti il 14/7

Condividi questo articolo:

Roma, 29 set. (Adnkronos) – Atlantia ribadisce nella lettera inviata all’esecutivo che la richiesta del Governo di condizionare l’efficacia dell’atto transattivo alla cessione del controllo di Aspi a Cdp “non è pertinente né in linea con lo scopo dell’atto stesso, né con il contenuto della lettera di impegni inviata da Atlantia al Governo lo scorso 14 luglio, dalla quale si può evincere che l’approvazione dell’atto transattivo non fosse subordinata alla cessione di Aspi. L’imposizione dell’obbligo di cedere Aspi a Cdp esula dalle facoltà riconosciute al Concedente, ai sensi della Convenzione Unica in vigore”. E’ quanto afferma Atlantia al termine del Cda che oggi ha deliberato di inviare una lettera di risposta “alla comunicazione ricevuta dal Governo lo scorso 23 settembre contenente affermazioni in ordine alla disattesa applicazione delle disponibilità manifestate congiuntamente da Atlantia e Aspi con propria lettera del 14 luglio scorso per la definizione del procedimento di presunto grave inadempimento intrapreso nei confronti della società concessionaria”.

Nella missiva di risposta al Governo, Atlantia precisa “che la propria posizione è sempre stata quella di essere disponibile alla cessione della controllata Aspi, come riportato nella stessa lettera del 14 luglio, attraverso ‘un’operazione di mercato, a garanzia di tutti gli stakeholder di Atlantia e di Aspi, inclusi gli investitori retail e istituzionali, nazionali e internazionali’. È di tutta evidenza, tuttavia, che la cessione potrà essere conclusa a reali condizioni di mercato solo a valle della formalizzazione di un accordo transattivo tra ASPI e il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (Mit), nonché dal raggiungimento di un’intesa sul quadro regolatorio e tariffario, presupposto indispensabile per la bancabilità degli investimenti oltre che per l’attrattività nel lungo termine di Aspi per gli investitori”.

La necessità della irrinunciabile sottoscrizione dell’accordo transattivo risulta, peraltro, sottolinea Atlantia, “confermata anche dalle ipotesi di accordo relative alla cessione di Aspi scambiate in numerose versioni tra Atlantia e la stessa Cassa Depositi e Presiti (Cdp) nel corso di questi mesi per dar corso agli impegni avanzati nei confronti dell’Esecutivo”.

Questo articolo è stato letto 7 volte.
Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net