ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: in corso riunione da remoto grandi elettori Leu-Quirinale: Renzi, 'Letta sta cercando di tenere insieme Conte e Speranza, ma M5S divisi'-**Quirinale: Renzi, 'per ora tutta tattica, martedì si capirà qualcosa in più'**-Quirinale: in campo il nome Riccardi, il fondatore di sant'Egidio che piace a moderati e sinistra-Quirinale: in campo il nome Riccardi, il fondatore di sant'Egidio che piace a moderati e sinistra (2)-Quirinale: Renzi, 'Casini è personalità a cui si pensa'-**Quirinale: Renzi, 'Draghi? Al Colle non ci si va contro i partiti ma in virtù accordo politico'**-Quirinale: Renzi, 'può essere di destra ma deve rappresentare tutti'-**Quirinale: Renzi, 'Salvini? O fa frittata come Bersani o fa statista, deve scegliere'**-Quirinale: Renzi, 'Riccardi non ha possibilità, nome M5S per stare sui giornali'-Quirinale: Renzi, 'veto Berlusconi su Draghi? Un po' mi ha stupito'-Quirinale: Renzi, 'in M5S infinità correnti clamorosa'-Quirinale: c.sinistra manda in soffitta il tavolo, leader e capigruppo in 'brainstorming' a cerchio-Quirinale: fonti Nazareno, 'finalmente confronto sui nomi, profilo sia autorevole e non di parte'-Quirinale: Conte, 'nome anche con centrodestra? Ottimista perché penso a paese'-Quirinale: Conte, 'Casini? non abbiamo parlato di nomi, nemmeno con Salvini'-Quirinale: Mattarella sceglie Legione Carabinieri per prima e ultima messa da Capo Stato-"Quirinale, presidente arbitro non giocatore"-Quirinale: Siracusano (FI), 'con elezione diretta Berlusconi avrebbe stravinto'-Quirinale: Letta, 'ora nome condiviso e patto legislatura'

Scenari e Strategie: un sistema energetico per un’Italia a basse emissioni di carbonio

Condividi questo articolo:

L’Enea ha presentato oggi il Rapporto Verso un’Italia low carbon: sistema energetico, occupazione e investimenti

 

L’Enea ha presentato oggi a Roma, presso il CNEL, il Rapporto Scenari e Strategie dal titolo ‘Verso un’Italia low carbon: sistema energetico, occupazione e investimenti’.

Nel corso della presentazione del rapporto, Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA, ha dichiarato: ‘Gli scenari elaborati dall’ENEA rivelano che il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio entro il 2050 è per l’Italia tecnicamente ed economicamente fattibile. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo intraprendere azioni finalizzate a ‘decarbonizzare’ il sistema di produzione dell’energia elettrica, incrementando l’efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili e sviluppando nuove tecnologie per la mobilità elettrica e  le smart grid. Anche il settore civile e quello dei trasporti contribuiscono alla riduzione delle emissioni climalteranti’.

La Commissione europea ha delineato un percorso per raggiungere nel 2050 un livello di riduzione delle emissioni di CO2 dell’80% rispetto al 1990, garantendo nel contempo la sicurezza energetica e la competitività dell’economia dell’UE nel suo insieme.

La recente Strategia Energetica Nazionale (SEN) accoglie le indicazioni di sostenibilità delle politiche di medio periodo dell’Unione europea, creando le condizioni per il raggiungimento degli obiettivi fissati per l’Italia al 2020. Tuttavia le politiche messe in atto ad oggi non sono sufficienti a garantire il passaggio ad un’economia a basse emissioni di carbonio entro il 2050.

Gli scenari presentati dall’ENEA, quantificati mediante l’impiego di un modello tecnico-economico del sistema energetico italiano, indicano che per ridurre le emissioni climalteranti dell’80% entro il 2050 occorre:

  • ridurre del 36-40% i consumi finali di energia, rispetto ai livelli del 2010;
  • ridurre di circa il 98% le emissioni nella produzione di energia elettrica;
  • aumentare al 40% la quota di elettricità nei consumi finali di energia;
  • incrementare la quota di fonti rinnovabili al 65% nel fabbisogno energetico primario;
  • utilizzare nel settore elettrico e industriale tecnologie di cattura e stoccaggio della CO2  (CCS).

 

L’Unità Centrale Studi e Strategie dell’ENEA produce da diversi anni studi basati sulla elaborazione di scenari energetici nazionali, che consentono di verificare la coerenza strategica delle scelte di politica energetica, di anticiparne i rischi e di studiare quindi risposte tempestive. Questo tipo di analisi è di grande utilità per il decisore politico, in quanto permette di proiettare sul lungo termine gli effetti delle politiche adottate o da adottare.

Questo articolo è stato letto 6 volte.

carbone, enea, energia, energia elettrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net