ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Consulta: Coraggio, 'giovani e donne tra i più assidui frequentatori nostri social'**-Lidl amplia flotta biometano, in arrivo 35 mezzi Iveco S-Way-Vaccino CureVac e approvazione Ema: ecco quando può arrivare-**Consulta: Coraggio, 'bilancio positivo su 'amici curiae', più partecipazione società civile'**-Consulta: Coraggio, 'su diffamazione a mezzo stampa termine pendente, Parlamento intervenga'-**Consulta: Coraggio, 'autoreferenzialità è pericolo, indispensabile apertura a realtà sociale'**-**Russia: arrestate portavoce Navalny e alleata Sobol**-Copasir: oggi presentazione appello 40 costituzionalisti e parlamentari a Casellati e Fico-Consulta: il primo annuario nella storia della Corte, il 2020 in cifre-Consulta: il primo annuario nella storia della Corte, il 2020 in cifre (2)-**Consulta: Coraggio, 'pandemia non ha inciso su produttività, diminuite cause pendenti'**-Consulta: Coraggio, 'intervento doveroso su nuovi diritti, ma in punta di piedi'-Consulta: Coraggio, 'riduzione pronunce inammissibilità nel 2020 è vittoria giustizia'-Superlega, Ceferin 'perdona' ex ribelli: "Ora avanti insieme"-Vaccino Pfizer in Italia, da oggi oltre 1,5 milioni dosi a regioni-**Superlega: Ceferin, 'ammirabile ammettere errore, ora avanti insieme'**-**Superlega: anche Chelsea si ritira, 'avviate procedure formali'**-Camera: Oggi Question time con Carfagna, Stefani, Cingolani e Orlando-Camera: Oggi Question time con Carfagna, Stefani, Cingolani e Orlando (2)-Superlega, Johnson: "Ritiro club inglesi decisione giusta"

Fotovoltaico nel condominio? Ecco come fare

Condividi questo articolo:

Come installare il fotovoltaico sul proprio condominio? Ecco alcune soluzioni per produrre energia pulita e risparmiare sui costi in bolletta

Produrre energia pulita in casa e risparmiare sulla bolletta elettrica sta diventando, per molte famiglie italiane, una scelta condizionata dalla necessità di alleggerire il carico di una pressione fiscale sempre più in crescita, in tempi di crisi economica. 

Per produrre energia pulita in casa ed abbattere i costi dei consumi energetici, una delle soluzioni più adottate riguarda, ovviamente, l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione. Una scelta, questa, che solitamente coinvolge i proprietari di case considerate come ‘singole unità abitative’. Cosa fare invece, se il proprio appartamento (come accade spesso nelle realtà urbane) fa parte di un complesso condominiale? Cerchiamo di dare qualche consiglio utile.

Per avere il fotovoltaico sul proprio condominio, bisogna innanzitutto capire il tipo di installazione che si intende effettuare. Si può infatti richiedere l’autorizzazione da parte dell’assemblea condominiale in due casi:

1) installare un impianto fotovoltaico a disposizione dell’intero condominio, per abbattere completamente o parzialmente le spese di energia elettrica consumata dal condominio stesso (come i consumi derivanti dall’illuminazione di parti interne o esterne del complesso residenziale, dall’ascensore, da sistemi di automazione per cancelli pedonali o carrai, etc..)

2) installare un impianto fotovoltaico a disposizione di un singolo appartamento condominiale, per abbattere completamente o parzialmente le spese di energia elettrica consumata dall’appartamento stesso

Nel primo caso, è possibile sfruttare, per l’installazione dei moduli fotovoltaici, qualsiasi  superficie di proprietà comune dei condomini: dai muri maestri, ai tetti, i terrazzi, i portici, i cortili, le aree verdi (meglio se esposte al sole e in assenza di ombreggiamento). Per avere l’autorizzazione ad installare l’impianto fotovoltaico ‘ad uso codominiale’, (ai sensi dei regolamenti del Codice Civile), basterà ricevere parere positivo dalla maggioranza dei partecipanti all’assemblea condominiale oppure con la maggioranza composta dai due terzi del valore dell’edificio. Tuttavia, per favorire l’uso delle energie rinnovabili e il contenimento dei consumi energetici, si è stabilito, con alcuni decreti legge, di dare valore anche ad una delibera positiva dei singoli condomini che raggiungano la maggioranza delle ‘quote millesimali’ (considerate come il rapporto fra il valore di ciascuna unità abitativa ed il valore dell’intero condominio). Una volta ricevuta l’approvazione, (con diritto di esonero da parte dei condomini non favorevoli alla spesa), si potranno avviare i lavori di installazione, calcolando la superficie e la potenza dell’impianto, necessaria a soddisfare i consumi energetici condominiali. Il nuovo impianto fotovoltaico, verrà quindi collegato al contatore generale del complesso residenziale e, da quel momento, si potrà man mano rientrare dell’investimento comune dei partecipanti, risparmiando sulle spese di condominio. Ovviamente, tutto questo sarà possibile anche grazie alla possibilità di poter usufruire sia delle detrazioni Irpef al 50% per le ristrutturazioni edilizie (valide fino al prossimo 30 giugno), sia dello ‘Scambio sul Posto’  (per impianti fotovoltaici inferiori a 20 kWp) – ossia quel meccanismo dove l’energia immessa o prelevata dalla rete elettrica può produrre un ‘credito virtuale’ sui consumi in bolletta. 

Il fotovoltaico da installare per un singolo appartamento condominiale, elencato come 2° caso, richiede invece, procedure un po’ più complesse. Innanzitutto, essendo quasi sempre limitato lo spazio a disposizione del condomino per collocare i moduli fotovoltaici su elementi di sua esclusiva proprietà, si dovrà necessariamente ricorrere ad una richiesta formale al condominio, per poter installare, sulle parti comuni del complesso residenziale, un impianto solare ad uso privato. A quel punto, per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie, bisognerà anche assicurarsi che la costruzione dell’impianto, ad esempio sul terrazzo, non impedisca agli altri condomini di fare parimenti uso di un’eguale superficie utile per l’installazione dei moduli fotovoltaici. La ripartizione degli spazi comuni infatti, va sempre divisa, in parti eguali, per il numero di condomini presenti nel complesso residenziale. Oppure, nel caso si voglia sfruttare uno spazio comune maggiore della superficie utilizzabile da un singolo proprietario, si dovrà richiedere, durante l’assemblea condominiale, una delibera all’unanimità da parte di tutti i condomini.

L’impianto fotovoltaico a disposizione di un singolo appartamento condominiale, richiede inoltre, una serie di valutazioni preliminari. La prima cosa da fare, infatti, è quella di chiedersi se l’impianto di cui si ha bisogno, dovrà soddisfare interamente tutti i consumi energetici dell’appartamento oppure soltanto una parte. Non è una domanda da poco, visto che, per ogni kW di potenza nominale installata, l’impianto occuperà circa 8 mq di spazio. Basteranno quindi pochi calcoli, per fare, a seconda dei casi, le valutazioni più opportune: con un impianto fotovoltaico di 1 kW, una famiglia italiana (nel Lazio) dovrebbe produrre circa 1400 kW/h ogni anno, a fronte di un suo consumo annuo elettrico pari a quasi 3.000 kWh. Da questi semplici dati, possiamo quindi affermare che, per installare dei moduli fotovoltaici che soddisfino completamente i consumi energetici di un appartamento condominiale, sarebbe necessario un impianto dotato di oltre 2 kW di potenza, grande circa 18-20 mq, (largo più o meno quanto una stanza).

L’impianto fotovoltaico ad ‘uso privato’, prima di essere installato, dovrà quindi tenere conto di questi aspetti, soprattutto in relazione alla quantità di spazio pubblico disponibile ed utilizzabile in ogni condominio

Il nuovo impianto fotovoltaico (aldilà delle dimensioni), verrà quindi collegato, una volta istallato, al contatore elettrico del singolo appartamento e, da quel momento, il proprietario potrà man mano rientrare dell’investimento sostenuto, abbattendo i costi della sua bolletta. Ovviamente, tutto questo sarà possibile anche grazie alla possibilità di poter usufruire sia delle detrazioni Irpef al 50% per le ristrutturazioni edilizie (valide fino al prossimo 30 giugno), sia dello ‘Scambio sul Posto’  (sempre per gli impianti fotovoltaici inferiori a 20 kWp).

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 44 volte.

casa, condominio, energia, energia pulita, fotovoltaico, impianto fotovoltaico, produrre, produrre energia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net