ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Zona bianca, regole: in Lombardia e Lazio stop coprifuoco-Roma: tragedia a Ardea, uccide due fratellini e anziano, poi si toglie la vita/Adnkronos-Roma: tragedia a Ardea, uccide due fratellini e anziano, poi si toglie la vita/Adnkronos (2)-Covid Italia, 1.390 nuovi contagi e 26 morti: bollettino 13 giugno-**Torino: Boccia, 'prime primarie al tempo del Covid, gran ritorno democrazia partecipata'**-Israele: Di Maio (Iv), 'Bennet apre nuova stagione, obiettivo sia due Stati per due popoli'-Covid: Vaia, 'task force per studiare varianti e adeguare risposte'-Covid: Vaia, 'vaccini non vanno messi in discussione, fiducia per seconda dose diversa' (2)-Covid: Vaia, 'vaccini non vanno messi in discussione, fiducia per seconda dose diversa'-Covid: Vaia, 'non credo a fughe da Wuhan, sbagliate considerazioni geopolitiche'-G7: a Carbis Bay parte sfida dei 'grandi' a Cina, Draghi apre a revisione 'Via della Seta' (2)-G7: a Carbis Bay parte sfida dei 'grandi' a Cina, Draghi apre a revisione 'Via della Seta' (3)-Como: senatrici Lega, 'Valenta strumentalizza diritti donne e dimentica fallimento porti aperti'-Centrodestra: Rauti, 'fusioni a freddo sono fallimentari'-Centrodestra: Rotondi, 'bene partito unitario ma richiede tempo e riflessione'-AstraZeneca, De Luca: "In Campania no mix vaccini"-Roma: Sgarbi, 'caso Ardea non è problema di armi ma di mancanza senso civico e solidarietà'-Como: Ravetto, 'parole Valente imbarazzanti, ancora silenzio su caso Saman'-G7: Gasparri, 'Cina cancro del pianeta da espellere da organizzazioni internazionali'-Como: Meloni, 'giustizia sia rapida e inflessibile'

La dieta del fegato

Condividi questo articolo:

Qui alcuni consigli alimentari per diminuire il deposito di grasso nel fegato

È normale avere una piccola quantità di grasso nel fegato. Tuttavia, quantità troppo alte ci rendono vulnerabili, aumentando il rischio di determinate malattie. La prevenzione in questo caso inizia dalla dieta.

Frutta e verdura
La frutta e la verdura crude dovrebbero costituire circa il 40% della dieta. Includile in ogni pasto per aumentare l’assunzione di fibre, enzimi vivi, vitamina C, sostanze antibiotiche naturali e fitonutrienti anti-cancro. Il broccolo è utile per prevenire l’accumulo di grasso nel fegato, assieme agli spinaci, ai cavoletti di Bruxelles e ai cavoli in generale. Gli avocado, invece, sono ricchi di grassi e fibre: possono aiutare a contenere eventuali danni epatici.

Pesce grasso
Gli acidi grassi omega-3 si possono trovare nei pesci grassi, come salmone, tonno, sardine e trote. Questi grassi sani possono aiutare a ridurre l’infiammazione e gestire i livelli di grasso del fegato. Altri pesci che promuovono la salute del fegato sono l’aringa, il merluzzo, la passera, la trota, il branzino e lo sgombro.

Noci fresche crude
Le noci sono anche ricche di acidi grassi omega-3 e possono aiutare a migliorare la funzionalità del fegato.

Semi freschi crudi
I semi di girasole contengono vitamina E, un potente antiossidante che può proteggere dal danno epatico. Altri semi utili al fegato sono i semi di lino, i semi di sesamo, i semi di canapa, i semi di erba medica, i semi di zucca e i legumi.

Liquidi
Prova a bere due litri di liquidi al giorno per reidratare il tuo corpo, prevenire la stitichezza ed eliminare le tossine dal fegato. Bevi acqua, ma consuma anche piccole quantità di caffè, latte e tè verde. Il caffè, per esempio, può ridurre la quantità di enzimi anomali nel fegato. Latte e latticini a basso contenuto di grassi contengono le proteine del siero del latte, che possono aiutare a proteggere il fegato da ulteriori danni. Il tè verde può inibire l’assorbimento dei grassi e abbassare i livelli di colesterolo.

Questo articolo è stato letto 33 volte.

dieta, dieta vegetariana, fegato, grasso, Grasso addominale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net