ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Dl ristori: nota Chigi, rottamazione quater per chi non ha pagato vecchie rate**-Dl ristori: rateizzazioni per possessori slot, subito solo un quinto del dovuto-Dl ristori: nota Cdm, 1000 euro a stagionali turismo e lavoratori spettacolo-**Dl ristori: nota Chigi, elezioni suppletive Camera e Senato entro 31/3/21**-Dl ristori: nota Chigi, facoltà d'estensione durata fondi immobiliari quotati-**Dl ristori: nota P.Chigi, esteso codice Ateco, si amplia platea beneficiari**-**Dl ristori: nota Chigi, 68,5 mln per straordinari forze armate**-**Dl ristori: nota Chigi, 250 mln nel 2020 a regioni per taglio debito**-**Dl ristori: nota Chigi, nasce fondo perequativo per fisco e ristori**-Dl ristori: nota Cdm, 14 giorni per cambio colore delle regioni-Dl ristori: nota Chigi, aiuti anche ad aziende autobus scoperti-Dl ristori: nota P.Chigi, proroga presentazione dichiarazione redditi al 10 dicembre-**Dl ristori: nota Chigi, 350 mln a settore fiere e congressi**-**Dl ristori: nota Chigi, +90 mln a fondo spettacolo 2021, +10 mln a turismo 2020**-Dl ristori: nota P.Chigi, proroga al 1 marzo 'rottamazione ter' e 'saldo e stralcio'-Dl ristori: nota Chigi, +500 mln per sostegno internazionalizzazione imprese-Dl ristori: nota P.Chigi, proroga secondo acconto Irpef, Ires e Irap-Dl ristori: stop versamenti contributi previdenziali, ritenute e Iva dicembre-**Dl ristori: nota Chigi, +95 mln ad associazioni sportive, 800 euro a lavoratori**-Dl ristori: Catalfo, 'varati nuovi aiuti, insieme possiamo farcela'

Caring Wood House: una casa contro il cambiamento climatico

Condividi questo articolo:

Un prototipo di casa geometrica e rinnovabile irrompe nel pittoresco panorama della campagna inglese per compensare tutti gli sprechi energetici e le emissioni di anidride carbonica

Ci vivono tre diverse generazioni sotto il tetto di questa particolarissima casa progettata dalla Macdonald Wright Architects e dal Rural Office for Architecture. Questa tenuta moderna, che è stata chiamata Caring Wood House, è infatti una casa multigenerazionale, alimentata a energia solare e pensata per utilizzare meno energia possibile: praticamente «una risposta carbon neutral al cambiamento climatico».

Situata su 34 ettari di colline nel Kent, Caring Wood House si trova su un terreno precedentemente utilizzato da serre agricole. Per essere costruita ha dovuto affrontare una grande sfida: soddisfare il PPS 7, un documento di programmazione che controlla rigorosamente le abitazioni che si vogliono costruire nella campagna inglese, richiedendo che i progetti siano innovativi, che contribuiscano ad elevare gli standard di progettazione nelle aree rurali, che riflettano concetti architettonici notevoli e tutta una serie di altri criteri.

Gli architetti di Caring Wood hanno ottenuto con successo l’approvazione del Dipartimento grazie alla loro strategia di progettazione a emissioni zero che include nella pianificazione di piantare 25.000 alberi autoctoni che assorbiranno circa 25.000 tonnellate di anidride carbonica nei prossimi 40 anni. Inoltre la tenuta è anche fortemente ispirata alle storiche oast house, tipiche case della zona, da cui vengono i tetti angolari rivestiti con 150.000 mattoncini fatti a mano, provenienti dal Sussex.

Da lontano, la casa sembra comprendere una serie di edifici indipendenti: in realtà, gli edifici sono tutti interconnessi alla base e sono disposti intorno a un cortile centrale condiviso che permette il raffreddamento passivo in estate. Gli edifici sono costruiti con delle strutture incrociate di legno a strati, sono alimentati da energia solare e riscaldati con una pompa di calore geotermico. L’acqua piovana viene raccolta e riutilizzata anche in loco.

Questo articolo è stato letto 22 volte.

bioedilizia, Caring Wood House, casa, clima, risparmio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net