ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Auto, frigo e lavastoviglie dialogheranno, per risparmiare energia

Condividi questo articolo:

Nella casa intelligente l’auto, il frigo e la lavastoviglie dialogheranno tra loro, per un risparmio di energia

 

Auto, frigo e lavastoviglie dialogheranno tra loro. È la casa intelligente, dove sarà semplice e decisamente meno costosa la gestione degli apparecchi alimentati con corrente elettrica, anche se i proprietari sono lontani. Questo scenario viene anticipato dall’accordo sottoscritto da quattro importanti Gruppi mondiali, ABB, Bosch, Cisco ed LG, che si impegnano a cooperare a livello globale nella definizione di una piattaforma software aperta, con cui tutti gli apparecchi funzionanti con energia elettrica potranno scambiare dati.

Secondo il progetto, soggetto all’approvazione delle autorità antitrust, i diversi apparecchi elettronici, anche se di diverse marche , potranno ‘dialogare’ tra loro ed essere integrati nella domotica. La piattaforma comune andrà a gestire interruttori della luce, porte e tapparelle motorizzate, lavatrici e lavastoviglie, smartphone e tablet, attrezzature multimediali, prese per la ricarica delle auto elettriche e sistema di sicurezza. Tutti gli apparecchi potranno comunicare tra di loro o semplicemente di scambiare informazioni su Internet in modo standardizzato.

 

Indubbio vantaggio della casa intelligente con la piattaforma unica che gestisce gli apparecchi elettronici sarà le gestione migliore dell’energia, senza sprechi e con un ritorno economico in bolletta.  Le ‘case intelligenti’ potranno far avviare la lavatrice quando il costo dell’energia risulta più basso e dopo che la ricarica della’uto elettrica sara’ terminata.

gc 

Questo articolo è stato letto 3 volte.

auto, casa, casa intelligente, energia, frigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net