Riciclo, come riutilizzare la cartapesta per fare un bouquet di rose

Condividi questo articolo:

Continuano le nostre puntate sul riciclo creativo. Questa volta utilizziamo la carta pesta per creare dei divertenti bouquet di fiori, da utilizzare sia come centro tavola che come semplice ornamento

Se per la festa della donna avete ricevuto un bel mazzo di fiori o, come vuole la tradizione, delle mimose, molto probabilmente vi sarà avanzata la carta crespa con cui era stata fatta la confezione. Perché buttarla quando potreste invece creare dei fiori molto più duraturi per il tavolinetto del vostro soggiorno? Ecco come realizzarli.

Per fare una rosa, ad esempio, prendete del fil di ferro (o un bastoncino di legno) e attaccate ad una delle due estremità dello scotch trasparente. Prendete la carta crespa del colore che più preferite, tagliatene una lunga striscia di circa4 cmdi altezza e piegatela in due per renderla più resistente. Attaccate la carta (dalla parte opposta alla piega) al gambo e iniziate ad arrotolare. Dopo il secondo giro, tenendo ben salda la base con le dita, capovolgete la vostra striscia di 180 gradi, cercando di create un angolo sporgente, leggermente schiacciato.

Continuate ad arrotolare e ripetete nuovamente il giro di 180 gradi, creando angoli sempre più sporgenti. Terminata la carta “dovreste” aver creato una piccola rosellina: tranquilli, più ne fate e più sarà facile farle bene. Per fermarla, prendete del nastro adesivo verde e giratelo attorno al gambo. Continuate finché volete e imparate a realizzare altri tipi di fiori: una bella idea da tenere a mente anche per decorare la tavola pasquale.

(Flavia Dondolini)

Questo articolo è stato letto 21 volte.

cartapesta, come riutilizzare la carta dei fiori, fiori fai da te, riciclare la cartapesta, riciclo, riciclo creativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net