ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Coronavirus, in Spagna 4 decessi nelle ultime 24 ore-Fase 2: Bertolaso, 'polemiche in Sicilia? Fava ha perso un'occasione per stare zitto'-Fase 2: Bertolaso, 'polemiche in Sicilia? Fava ha perso un'occasione per stare zitto' (2)-Fase 2: Bertolaso, 'polemiche in Sicilia? Fava ha perso un'occasione per stare zitto' (3)-Fase 2: Bertolaso, 'Fontana mi chiede una mano? Sono un pensionato ma lo aiuto volentieri'-Gilet arancioni, denunciato Pappalardo-Milano: presidio gilet arancioni autorizzato, saranno denunciati per Dpcm-**Milano: Sala, 'chiesto a prefetto di denunciare gilet arancioni per manifestazione'**-Coronavirus: quasi 51mila guariti in Lombardia, stabili ricoveri in terapia intensiva-Spazio: Dragon-2 di Space X pronta al lancio, resta rischio meteo-Fase 2: sindaco Trapani, 'assistenti civici? Fesseria, Boccia torni al Consiglio comunale'-Fase 2: Dadone, 'con dl semplificazioni obbligo a pubblicare tempi pratiche edilizie'-Ricerca: dalle Tac ai controlli in dogana, nuovo materiale 'smaschera' radiazioni-Appalti: Salini, 'superare codice? D’accordo con Di Maio'-Portafogli vegani-Coronavirus: Abi, domande a Fondo Garanzia 1 miliardo al giorno, finora arrivate 21,3 mld-Fase 2: Il comune di Cefalù pubblica le nuove regole per i bagnanti-Sicilia: 'Musumeci ritiri delega assessore leghista', il 2 giugno manifestazione a Palermo-Sicilia: Dissesto idrogeologico, a San Teodoro al via i lavori di consolidamento-Agrigento: invece dei meloni coltivavano serra cannabis, denunciati padre e figlio

Arredamento sostenibile: arriva Andrea, la pianta che depura l’aria di casa

Condividi questo articolo:

Purificare l’aria non è mai stato così ‘verde’. Dall’America arriva Andrea, il purificatore che utilizza le piantine d’appartamento per combattere le sostanze nocive presenti in casa

Un purificatore d’aria capace di utilizzare le piante da interno per filtrare le sostanze nocive. “Andrea”, originariamente conosciuto come BelAir, progettato da Mathieu Lehanneur e David Edwards dell’Università di Harvard, è un dispositivo, di 32 cm di diametro e 45 di altezza, basato sulla fitodepurazione naturale tipica delle piante per eliminare i composti organici volatili. Per farlo funzionare, basta posizionare una piantina d’appartamento qualsiasi – preferibilmente Spathiphyllum, la Marginita Dracaena, il Chlorophytum comosum e Aloe Vera, facili da reperire e da mantenere – all’interno del suo contenitore, appositamente progettato per richiamare le tossine presenti nell’ambiente e per farle circolare tra le foglie e le radici.

Basato sulle ricerche della Nasa e vincitore del Popular Science Inventions of the Year Award, Andrea è capace di rimuovere tutte le componenti organiche tossiche, tra cui la formaldeide e altre sostanze emesse da pitture, tappeti, mobili e adesivi, attirate al suo interno per mezzo di un ventilatore a velocità regolabile, e spinte attraverso le foglie, le radici della pianta, il terriccio e l’acqua (da cambiare attraverso un vassoio estraibile). 

Secondo i progettisti, si tratterebbe di un sistema in grado di migliorare del 360%  la capacità di filtrazione dell’aria di una pianta in condizioni “naturali”, avendo un’efficienza 440 volte superiore ai filtri al carbone attivo. Un’idea innovativa, funzionale, sostenibile e di design (è stato esposto nel 2008 al Moma – Museum of Modern Art di New York) adatta soprattutto a chi soffre di problemi respiratori, che tuttavia, oltre a far del male alla povera piantina, costretta a non crescere più di 35 centimetri e a vivere in condizioni di illuminazione non naturale, non è neanche un toccasana per il portafogli visto il costo di “soli” 149 euro (sul sito del prodotto).

Flavia Dondolini

 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

Andrea, arredamento, casa, depurare aria in casa, pianta che depura aria, piante, purificatore d'aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net