ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Mo: Salvini, 'chi attacca Israele attacca democrazia'**-Mo: Cirielli, 'cessi escalation violenza, Ue intervenga per favorire dialogo'-**Mo: Hamas, lanciati oltre 100 razzi da scadenza ultimatum**-Covid: Moratti, '475mila 50enni lombardi hanno aderito a campagna, incoraggiante'-Vaccino Covid, come comportarsi dopo le dosi?-**Cinema: Tom Cruise restituisce i tre Golden Globe per unirsi a protesta contro Hfpa**-**Calcio: Tna su Gasperini, 'irritualità atto deferimento, restituzione atti a Procura antidoping'**-**Tuffi: Europei, storico argento Italia del Team Event**-**Giustizia: M5S, con Cartabia incontro interlocutorio, ci sono criticità'**-**Cinema: la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022**-Governo: domani Consiglio ministri alle 11.15 su leggi regionali-Migranti: Amendola, 'a Consiglio Affari generali ribadita necessità iniziativa Ue'-Calcio: insulti a ispettori antidoping, sentenza Gasperini attesa domani-Calcio: Champions League, finale City-Chelsea verso il trasloco da Istanbul al Portogallo-Lirica: la Scala riapre dopo 199 giorni, Sala 'è come non l'abbiamo mai vista'-Partiti: sondaggio Swg-TgLa7, M5S in calo tutti gli altri in crescita, Lega sempre prima-Mo: Picierno, 'Ue e Italia si impegnino per ripresa dialogo'-Calcio: Maria Marotta, 'emozione al primo fischio poi ho arbitrato con determinazione'-Pallavolo: Lugli, 'indignazione del Coni per il mio caso si è fermata alla telefonata'-Giustizia: Perantoni, 'ottimista su riforma, presto calendario lavori commissione Camera'

Scienze: scoperto il mistero sui cerchi delle fate

Condividi questo articolo:

Secondo uno studio del Centro Helmholtz, la competizione sotterranea tra piante creerebbe quelle zone circolari prive di vegetazione, distribuite regolarmente nelle regioni aride dell’Africa del Sud

Svelato il mistero relativo ai ‘cerchi delle fate’, quelle zone circolari prive di vegetazione e distribuite regolarmente su tutto il terreno, diffuse nelle regioni aride dell’Africa del Sud. Un nuovo studio del ‘Centro Helmholtz’, in Germania, afferma che le formazioni non sarebbero frutto delle capacità di adattamento paesaggistico delle termiti, ma della vegetazione stessa, grazie ad un fenomeno che risponde al nome di ‘Self-Organizing Spatial Vegetation Patterning’.

Si tratterebbe, secondo lo studio, di un meccanismo molto semplice: in un sistema arido come ad esempio, quello della Namibia (dove i cerchi delle fate sono particolarmente diffusi) la competizione per l’acqua è feroce. Perciò, mentre si ammirano quei paesaggi all’apparenza così sereni, sotto la superficie, al livello delle radici, si svolge una lotta senza quartiere per il possesso della preziosa risorsa. 

L’ipotesi più accreditata quindi, suggerisce che la formazione dei ‘cerchi delle fate’ sia causata da una competizione sotterranea fra piante. Una maggior crescita di soggetti che siano forti contendenti delle risorse sotterranee ha come risultato il calo della crescita delle piante vicine, il che da luogo alla formazione di zone circolari ‘brulle’.

Queste aree brulle in realtà sono benefiche per le piante che le circondano. Lo studio infatti conferma che le zone spoglie funzionano come una sorta di magazzino di umidità e nutrienti per i vegetali e gli insetti circostanti.

(ml)

Questo articolo è stato letto 19 volte.

acqua, piante, radici, termiti, terreno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net