Pianta che ti passa

Condividi questo articolo:

Alcuni terapeuti consigliano il giardinaggio come metodo di cura per migliore lo stato fisico e mentale. Le mani nella terra sono per molti pazienti una vera e propria terapia. Ma ogni giorno più persone, anche nelle zone urbane, coltivano piccoli terrazzi o terreni per sperimentare i benefici del contatto con le piante

Nel 1879 è stata creata la prima serra per persone malate nel famoso ospedale americano Friends Hospital. Per la prima volta si sperimentava la cura di un giardino come terapia di guarigione e anti-stress. Seguire la crescita delle piante può essere una pratica molto salutale per aumentare l’autostima, la concentrazione, la pazienza e la motivazione. Allo stesso tempo, essere in contatto con le piante può stimolare i vincoli con la natura e rafforzare gli equilibri biologici e psichici che migliorano la qualità di vita.

Non a caso, i lavori in giardino stimolano i sensi e la memoria e ci aiutano a fissarci obbiettivi e programmi per la sua realizzazioni, oltre all’attività fisica, lasciando da parte fissazioni o pensieri negativi. Secondo l’Associazione Americana di Terapia Orticoltura, la chiave delle piante in questo tipo di terapia è nelle sue caratteristiche: “crescono, cambiano, rispondono alle cure, stimolano i sensi come la vista, il tatto, l’olfatto, e con quello stimolano una partecipazione senza giudizi che alimenta sentimenti di speranza”.
 
Non avere spazio non è più una scusa. Attualmente ci sono vasi e apparecchiature per approfittare qualsiasi luogo. Per chi vuole iniziare l’avventura del giardinaggio, aprile è il mese ideale. Se non si gode di un terreno si possono piantare fragole, pomodori o melanzane in piccoli vasi ma devono essere ben sposti al sole. Per chi non ha molta luce, può approfittare per produrre “l’insalata in casa” seminando lattuga, spinaci o bietola. Basta piantare mentre tutto passa.

(Gfc)
 

Questo articolo è stato letto 1 volte.

cura del verde, ecologia, fiori, giardinaggio, piante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net