I ricercatori hanno “fotografato” la gelosia nel cervello

Condividi questo articolo:

Scoperte le aree neurali attivate dalla gelosia

Cosa succede al nostro cervello quando diventiamo gelosi? I ricercatori della University of California lo hanno fotografato per la prima volta nel cervello di animali molto simili all’uomo: delle scimmie monogame dell’Amazzonia.

La gelosia attiva aree neurali legate alla sofferenza dal sentirsi socialmente esclusi (corteccia cingolata) e aree che hanno un ruolo nel mantenimento del legame di coppia (setto laterale). Lo studio è stato pubblicato su Frontiers in Ecology and Evolution.

“Comprendere neurobiologia e origine delle emozioni può aiutare a capire le nostre emozioni e le loro conseguenze”, ha detto Karen Bales della University of California. “La gelosia è particolarmente interessante dato il suo ruolo nei legami romantici e anche nella violenza domestica”.

Questo articolo è stato letto 1 volte.

cervello, gelosia, ricerca, scimmie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net