ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Condizionatori e ventilatori sempre accesi? Ecco come evitare salasso in bolletta-Calcio, da Omnicom e Lega A primo studio per misurare impatto pubblicità durante partite-B7, Marcegaglia: "No a protezionismo miope e approcci nazionalistici"-B7, Poggi (Deloitte): "Commercio internazionale? Fondamentale politica condivisa paesi G7"-Trovata morta in dirupo a Ischia, compagno fermato per maltrattamenti-Blinken striglia Israele: "Bilancio dei morti a Gaza è inaccettabile"-Mbappé nuovo numero 9 del Real Madrid: "Un sogno, darò la vita per il club"-Ue, chi è Roberta Metsola: la maltese di Finlandia che piace a destra e a sinistra-Roma, tenta di fermare lite tra coinquilini: uno gli stacca un dito con un morso-Dai calcoli renali alla scarsa sicurezza, ecco le fake sull'acqua del rubinetto-Euro 2024 e la foto-omaggio dei principi di Galles con Charlotte e Louis incollati alla tv-L'Etna si placa, oggi tregua dopo la fontana di lava dal cratere Voragine-Gareth Southgate non è più ct dell'Inghilterra-Roberta Metsola rieletta presidente del Parlamento Ue: "Non dobbiamo avere paura"-Kate, abito viola a Wimbledon "segno di speranza ma anche di potere"-Ascolti tv, a 'Battiti Live' su Canale 5 il prime time di lunedì 15 luglio-La foto del proiettile di Trump? Ferdinando Mezzelani: "Un'autentica barzelletta"-Parigi 2024, Dai biglietti ai concorsi falsi sui social media, come evitare le cyber truffe-Tour de France, oggi 16esima tappa per velocisti, percorso e orario tv-Gaza, per la Cia il leader di Hamas si nasconde nei tunnel di Khan Younis

Ambiente, temporali piu’ forti a causa dell’inquinamento

Condividi questo articolo:

Nelle zone con piu’ inquinamento i temporali sono piu’ forti, a causa del calore che si imprigiona nelle nuvole

 

Nelle zone in cui l’inquinamento è maggiore, i temporali sono più forti. Lo afferma uno studio, pubblicato su Geophysical Research Letters, dei ricercatori del Pacific Northwest National Laboratory americano (Pnnl), dell’Università di Hebrew (Gerusalemme) e dell’Università del Maryland.

Lo studio, che ha dimostrato che nelle zone inquinate i temporali sono più forti, ha preso in esame due diverse tipologie di tempesta: i temporali estivi nella calda zona sud orientale della Cina e i fenomeni piovosi freschi e ventosi delle grandi pianure dell’Oklahoma. Mettendo a confronto i risultati, i ricercatori hanno dimostrato come rispetto alle nuvole che si sono sviluppate in aria pulita, quelle sviluppate in zone più inquinate si riscaldano e si raffreddano di più, facendo aumentare la potenza della tempesta e provocando notti estive notevolmente più calde.

I temporali più forti che si verificano nelle aree più inquinate sono dovuti alla quantità di calore intrappolata dall’inquinamento nelle nuvole che si formano. L’inquinamento e il calore da esso prodotto potrebbe influenzare e modificare  i sistemi meteorologici.

 

(gc)

Questo articolo è stato letto 52 volte.

inquinamento, inquinamento tempeste forti, inquinamento temporali, Maltempo, meteo, tempeste, temporali

Comments (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net