ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Fondazione Open: Renzi, 'se qualcuno pensa di intimidirmi non mi conosce'-Covid: Cina, giornalista Bbc picchiato e arrestato durante le proteste-Ischia: Rosato (Iv), 'Conte mente sul condono, il suo governo ha fatto una scelta precisa'-Imprese: Istat, in 2021 torna a crescere produttività del capitale (+7,7%)-Manovra: Renzi, 'domani Meloni-Calenda, la premier ci ascolti, sovranismo fa male all'Italia'-Qatar 2022: scambia i thawb per accappatoi, Zdf 'richiama' commentatore-Pd: Orlando, 'fazioso dire che dietro richiesta costituente c'è mancanza candidato'-Ucraina: Gazprom non taglierà forniture di gas alla Moldavia-Inaugurato a Rho il Teatro civico Roberto De Silva, da fabbrica di cosmetici a centro culturale-Covid Cina oggi, ancora proteste contro lockdown: arresti-Vela d'epoca, a maggio a Genova il primo Classic Boat Show-Ucraina: Kiev , '590 soldati russi morti in un giorno'-Ucraina: Ukrenergo, 'interruzioni di corrente di emergenza in tutte le regioni'-Gb: primo viaggio internazionale per principi del Galles William e Catherine-Ucraina: Gb, 'Kherson è ancora vulnerabile, resta nel raggio dell'artiglieria russa'-**Ucraina: amministrazione russa, 'è falso, non lasciamo centrale Zaporizhzhia'**-Ucraina: 4,7 milioni di rifugiati ricevono status di protezione temporanea in Europa-Csel, in era pre-crisi energetica spesa media delle bollette dei Comuni italiani era 30mila euro mese-Csel, da caro energia per Comuni rischio costi aggiuntivi per 1,6 mld quest’anno-Ucraina: Usa valutano se fornire a Kiev piccole bombe di precisione
pensiero

Leggere nel pensiero

Condividi questo articolo:

pensiero

Gli scienziati affermano di aver trovato il modo di tradurre il pensiero in un testo

I ricercatori affermano di aver costruito un sistema in grado di tradurre i segnali cerebrali direttamente in un testo, un passo promettente verso una «protesi del linguaggio» che potrebbe effettivamente consentire di pensare un testo e poi averlo a disposizione direttamente dentro a un computer.

«Non siamo ancora arrivati», ha detto a The Guardian Joseph Maki, co-autore della ricerca e ricercatore dell’Università della California, «ma pensiamo che questa potrebbe essere la base di una protesi vocale».

Makin e i suoi collaboratori hanno descritto il nuovo sistema in un articolo pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience.

Fondamentalmente, hanno reclutato quattro pazienti con epilessia a cui erano già stati impiantati array di elettrodi nel cervello a scopo di monitoraggio. Hanno chiesto ai partecipanti di leggere ripetutamente delle frasi ad alta voce, mentre raccoglievano informazioni neurali – un set di dati che hanno poi usato per addestrare un algoritmo all’interpretazione di questi segnali anche quando provengono da soggetti che non stanno leggendo ad alta voce.

Il sistema presenta ancora dei punti deboli, in particolare il fatto che funziona meglio su frasi su cui è già stato addestrato. Ma la sua accuratezza è impressionante, riferisce The Guardian, con un tasso di errore solo del 3% circa, che è leggermente inferiore a quello dei trascrittori umani.

Secondo il giornale, i ricercatori dietro al sistema sperano che possa essere utilizzato come base per un dispositivo di comunicazione per le persone che non sono in grado di digitare o parlare a causa di una sindrome che glielo impedisce o di altre condizioni simili.

Questo articolo è stato letto 41 volte.

comunicazione, pensiero, testo, traduzione

Comments (3)

I commenti sono chiusi.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net