ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Quirinale: Ceccanti, 'voto positivi, importante siano caduti tabù'-**Petrolio: Unem, nel 2021 carboturbo +19,5% ma -56% su 2019**-A Philip Morris Italia e Philip Morris manufacturing & technology Bologna il certificate Top employer-Usa: domande disoccupazione risalgono a quota 286 mila-Calcio: Theo Hernandez, 'se sono il giocatore che sono è anche merito di Maldini'-Sci: Cdm, Innerhofer il più veloce in seconda prova discesa Kitzbuehel-Arriva 'Il Giro dei Venti', regata e corsa in bici insieme per la prima volta-Sci: Cdm, Goggia leader con salto di porta nella prima prova della discesa di Cortina-Quirinale: Scotto (Art.1) a Renzi, 'Qui Quo Qua non bastano, meglio la Banda Bassotti'-Quirinale: Di Battista, 'no a Draghi, per M5S sarebbe inaccettabile e autolesionista'-Rep. Congo: moglie Attanasio, ‘cosa non verificata ha preso spazio che non merita-Quirinale: ancora dubbi ma cresce fronte pro-Draghi in M5S, anche Fico non chiude-Sicilia: Letta, 'Musumeci al capolinea, vogliamo costruire alternativa vincente'-Tennis: Australian Open, Sinner al terzo turno-Tirrenia: Cin offre 144 mln euro, pm 'commissari decidano entro gennaio' (2)-Partiti: sondaggio Porta a Porta, Pd primo con 21,6%, Fdi al 18,9 e Lega al 18,5-**Lepri: Mattarella, 'maestro di professionalità e deontologia, testimone storia italiana**-Nasce Alperia Green Future-**Bce: minute Consiglio, 'falchi' contrari a rimodulazione e flessibilità acquisti**-Bollette: Letta, 'prioritario intervento strutturale del governo su fiscalizzazione aumenti'

In protesta per i diritti digitali

Condividi questo articolo:

A Washington gli attivisti lottano contro la sorveglianza del riconoscimento facciale

Tre attivisti con telecamere montate sulla testa hanno scansionato i volti di oltre 13.000 persone a Washington, durante una protesta per i diritti digitali, organizzata dal gruppo Fight for the Future.

«Probabilmente, questo dovrebbe essere illegale», ha detto l’attivista Evan Greer, vicedirettrice di Fight for the Future, in un comunicato stampa, «ma fino a quando il Congresso non interverrà per vietare la sorveglianza del riconoscimento facciale, è terribilmente facile per chiunque – un agente governativo, una società o semplicemente un inquietante stalker – condurre un monitoraggio biometrico e violare i diritti di base su vasta scala».

Fight for the Future ha trasmetto in livestreaming la protesta, durante la quale c’era un conteggio del numero di facce che venivano scansionate dai tre attivisti, vestiti con tute anti-radiazioni e con in testa una telecamera che utilizzava il controverso software di Amazon Rekognition.

I manifestanti hanno preso di mira in particolare le aree intorno a Capitol Hill, sede del governo, dove speravano di identificare lobbisti, giornalisti e membri del Congresso. Alla fine, sono riusciti a scansionare 13.740 volti, 25 dei quali appartenevano a lobbisti, 7 a giornalisti e 1 era quello del rappresentante democratico della California Mark DeSaulnier.

Chiunque fosse in quel quartiere di Washington il 14 novembre può caricare una foto di se stesso sul sito Scan Congress dell’associazione per vedere se gli attivisti hanno scansionato il suo viso – il gruppo eliminerà quelle foto, così come i dati biometrici raccolti, entro due settimane.
Chissà se questa protesta servirà a qualcosa.

 

Questo articolo è stato letto 10 volte.

contro riconoscimento facciale, denuncia, Lotta, Riconoscimento facciale, sorveglianza, telecamere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net