ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
**Calcio: Serie A, Juventus-Genoa 2-0**-Calcio: una magia di Cuadrado e Dybala stendono il Genoa, la Juve risale al 5° posto-Calcio: una magia di Cuadrado e Dybala stendono il Genoa, la Juve risale al 5° posto (2)-Calcio: Ibrahimovic, 'voglio rimanere tutta la vita al Milan e vincere un altro scudetto'-Razzismo: Ibrahimovic, fare cose utili per combatterlo, non serve inginocchiarsi'-Sci: CdM, cancellata la seconda discesa di Beaver Creek per il forte vento-Calcio: Serie A, Juventus-Genoa 1-0 dopo primo tempo-F1: Verstappen, 'successe tante cose con cui non sono d'accordo'-F1: Hamilton, 'io sono stato pulito, vittoria dedicata ai ragazzi del team'-F1: Gp Arabia Saudita, Hamilton vince ruota a ruota con Verstappen, titolo si decide ad Abu Dhabi-Calcio: Sampdoria, D'Aversa verso l'esonero, già contattato Stankovic-F1: Gp Arabia Saudita, Hamilton vince e aggancia Verstappen in vetta al mondiale-Calcio: Sampdoria ko 3-1 e la Lazio torna alla vittoria, doppietta per Immobile-F1: Gp Arabia Saudita, Hamilton tampona Verstappen, contatto sotto investigazione-Turismo: Schiavon (Federalberghi Veneto), 'forti danni da caro energia, trovare subito soluzione'-F1: Gp Arabia Saudita, Verstappen al comando davanti a Hamilton a metà gara-Sci: CdM, Goggia fa tris, trionfa anche nel superG di Lake Louise-**Calcio: Serie A, Sampdoria-Lazio 1-3**-Volontariato: Musumeci, 'risorsa preziosa e indispensabile, in Sicilia 242mila unità'-Tv: nella cantina di Camilleri le figlie ritrovano scritti e documenti, il racconto su RaiNews24
vedovanza e cancro alla prostata

Che rapporto c’è tra vedovanza e cancro alla prostata?

Condividi questo articolo:

vedovanza e cancro alla prostata

La risposta da uno studio canadese su dati che hanno coinvolto 14.000 uomini

I vedovi hanno un rischio più elevato di cancro alla prostata avanzato rispetto agli uomini che fanno parte di una coppia, affermano i ricercatori canadesi. I nuovi risultati provengono da un’analisi di 12 studi che confrontano 14.000 uomini con nuova diagnosi di cancro alla prostata e 12.000 uomini sani.

Lo studio, recentemente pubblicato sull’European Journal of Epidemiology, suggerisce che l’ambiente sociale è un fattore importante nel rischio maschile di cancro alla prostata avanzato.

Questo ampio gruppo di soggetti ci ha mostrato che i vedovi erano a rischio di avere una diagnosi tardiva rispetto agli uomini sposati o agli uomini all’interno di relazioni“, ha detto nel comunicato stampa l’autrice dello studio Charlotte Salmon, dottoranda presso il National Institute of Scientific Research di Quebec City, in Canada.

La tesi di Salmon si è concentrata sull’isolamento sociale e sull’incidenza del cancro alla prostata.

Senza l’incoraggiamento del coniuge a consultare un medico o a sottoporsi a screening in caso di sintomi, i tumori rimangono inosservati più a lungo e possono essere diagnosticati in una fase più avanzata“, ha detto Salmon. “Questo rende la prognosi peggiore“.

Per rimanere in buona salute, i vedovi dovrebbero ricevere sostegno da familiari e amici e avere un regolare follow-up medico, raccomandano gli autori dello studio.

Altre possibili ragioni per l’aumento del rischio di cancro alla prostata avanzato nei vedovi includono fattori dello stile di vita come l’uso di alcol e l’impatto emotivo del lutto, hanno suggerito i ricercatori.

E anche la dieta potrebbe anche essere un fattore di rischio.

I ricercatori pianificano ulteriori studi per indagare sulle ragioni del rischio e per identificare strategie di sanità pubblica appropriate per ridurlo. Oltre a esaminare lo stato civile degli uomini, Salmon prevede di esaminare anche il numero di membri della famiglia che vivono con loro, la struttura familiare, le caratteristiche del quartiere e altri fattori sociali.

Questo articolo è stato letto 30 volte.

cancro alla prostata, rapporto tra vedovanza e cancro alla prostata, vedovanza

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net