ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Tennis: Serena Williams diventa scrittrice, in uscita oggi libro illustrato per bambini-Elezioni: no crisi per Di Maio e Saba, silenzio lei per non interferire su campagna-Pd: De Micheli verso candidatura a segreteria-**Elezioni: ecco nuova mappa M5S, 'salta' Vassallo, entra fedelissimo Grillo Pirondini**-Azione: Calenda nomina nuova segreteria, entrano Carfagna e Gelmini-Pd: Benifei, 'nuova generazione pronta a discutere in prima linea'-Salute del cuore: in Italia dati allarmanti, puntare su prevenzione-Pd: Orlando, 'serve un nuovo Pd o qualcosa che vada oltre il Pd'-Salute del cuore: in Italia dati allarmati, puntare su prevenzione-**Elezioni: Terzo Polo sbarca in Parlamento, equilibro eletti tra Azione e Iv**-Sodexo benefits and rewards services-Comunicazione Italiana, al via Welfare day-Salone Nautico di Genova all'interno del più grande cantiere rinnovamento urbano in Italia-Stretta cooperazione tra la Fifa e il Consiglio per diritti umani delle Nazioni Unite-Manovra: centrodestra punta a intervento su rdc, non mina platea ma numero offerte lavoro-Elezioni: ecco gli eletti Pd, la nuova mappa dei gruppi tra conferme e new entry (4)-Philip Morris, su nuovi prodotti serve dialogo pubblico-privato-Fumo, Philip Morris: "Su nuovi prodotti serve dialogo pubblico-privato"-Rugby: Peroni Top10, la finale 2023 torna allo stadio Lanfranchi di Parma-Rugby: Peroni Top10, copertura integrale del campionato grazie a Eleven Sports e Rai Sport-**Pd: con congresso alle porte rebus capigruppo e nomine di avvio legislatura'**

La perdita di peso dei pazienti con Alzheimer

Condividi questo articolo:

Il dimagrimento dei malati di Alzheimer è legato a una diminuzione del metabolismo del glucosio nel cervello

Una nuova ricerca condotta attraverso un sistema di neuroimaging multimodale sui malati di Alzheimer (MULNIAD), condotta dal National Center for Geriatrics and Gerontology (NCGG) e pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Disease, ha dimostrato che l’ipometabolismo nelle aree prefrontali mediali dei pazienti è legato a successivi problemi nutrizionali.

I partecipanti allo studio erano 34, tra individui positivi, con compromissione cognitiva lieve o malattia di Alzheimer precoce, e pazienti cognitivamente normali (CN). I soggetti sono stati mappati, mediante analisi multiple, utilizzando la mappatura parametrica statistica, i corrispettivi stati nutrizionali (indice di massa corporea, indice di massa senza grasso, indice di massa grassa, rapporto altezza-vita) e i cambiamenti cerebrali.

“I risultati suggeriscono che l’ipometabolismo nelle aree prefrontali mediali è associato alla perdita di peso correlata alla malattia di Alzheimer, e la diminuzione della massa grassa può avere un ruolo chiave. Tuttavia, questo studio trasversale fornisce risultati preliminari, abbiamo bisogno quindi di ulteriori indagini longitudinali”, ha dichiarato il dott. Takashi Sakurai, responsabile della Memory Clinic presso NCGG e autore della ricerca.

Questo studio è il primo a mostrare le associazioni tra lo stato nutrizionale e i cambiamenti cerebrali correlati alla malattia di Alzheimer utilizzando le modalità multi-imaging come la topografia dell’emissione beta-amiloide – positrone (PET), 18-F-fluorodeossiglucosio (FDG) -PET e la risonanza magnetica strutturale.

In conclusione, i risultati del ridotto metabolismo del glucosio nelle aree prefrontali mediali degli individui A -positivi possono dare una risposta al meccanismo di perdita di peso nella malattia di Alzheimer, ma serviranno ulteriori studi.

Questo articolo è stato letto 31 volte.

Alzheimer, cervello, glucosio, malattia, metabolismo, peso, peso corporeo

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net