sonno disturbato

I gravi danni del sonno “disturbato”

Condividi questo articolo:

sonno disturbato

Dormire male nuoce gravemente alla salute, un nuovo studio lo conferma

Quando ci svegliamo molto spesso durante la notte, ci apriamo a mattinate scontrose in cui siamo stanchi e di cattivo umore, ma non sono solo queste le conseguenze di un sonno disturbato.

Secondo un nuovo studio, pubblicato sull’European Heart Journal, il sonno interrotto può causare danni molto gravi, come aumentare le probabilità di morire prematuramente per malattie cardiache o per qualsiasi altra causa.

I risvegli notturni sono causati da rumore, temperatura, dolore o pause nella respirazione a causa dell’apnea notturna.

Sono brevi e spesso non ci rendiamo nemmeno conto che stanno accadendo, a meno che non siano abbastanza forti da svegliare noi o la persona con cui dormiamo. Quando queste situazioni diventano frequenti possono avere un impatto sulla tua salute – a quanto pare, impatti peggiori per le donne che per gli uomini.

Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati dei monitor del sonno indossati dai partecipanti in tre studi.

In tutto, sono state seguite 8.000 persone, tra uomini e donne, per una media dai 6 agli 11 anni.

Lo studio ha mostrato che:

  • le donne che hanno sperimentato più interruzioni del sonno notturno per periodi di tempo più lunghi avevano quasi il doppio del rischio di morire di malattie cardiache e avevano anche maggiori probabilità di morire presto per tutte le altre cause, rispetto alle donne che dormivano più profondamente;
  • gli uomini con più frequenti interruzioni del sonno notturno avevano circa il 25% in più di probabilità di morire prematuramente per malattie cardiache rispetto agli uomini che dormivano più profondamente.

Come hanno spiegato i ricercatori, molte persone che hanno problemi del sonno hanno altri rischi per le malattie cardiache, tra cui l’obesità, l’ipertensione, il diabete e le malattie polmonari, ma anche l’ansia e lo stress possono essere grandi deprivatori di sonno – durante il sonno breve o interrotto, l’attivazione del sistema nervoso simpatico può innescare il rilascio di ormoni dello stress che fanno aumentare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, il che può aumentare il rischio di malattie cardiache nel tempo.

Bisogna cercare assolutamente di migliorare la propria igiene del sonno, riducendo le interruzioni notturne con ogni metodo possibile.

 

Questo articolo è stato letto 21 volte.

disturbi del sonno, dormire male causa danni alla saute, interruzione del sonno, malattie cardiache e sonno, risvegli notturni

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net