ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Elezioni 2022, scintille tra Letta e Meloni. Oggi incontro Calenda-Renzi-Real Madrid vince Supercoppa europea, 2-0 all’Eintracht-Elezioni 2022, Michela Di Biase: "Lady Franceschini? Misoginia"-Elezioni 2022, Santoro: "Mai pensato a mia candidatura in liste M5S"-Elezioni 2022, Meloni: "Da noi nessuna ambiguità su fascismo"-Roma, 11enne investito da suv: è grave-Seconda medaglia ai Mondiali di equitazione di Herning, Morganti d'argento nel paradressage-Elezioni: Cottarelli-Calenda, fair play social su candidatura-Elezioni: Renzi, 'Meloni pericolo per portafogli italiani non per la democrazia'-Elezioni: Renzi, 'Letta si frega da solo, non pensavo fosse così amico della Meloni'-Elezioni: Renzi, 'riforme vanno fatte, la necessità dell'elezione diretta c'è'-Samsung presenta i nuovi smartphone pieghevoli Z Flip4 e Z Fold4-Elezioni, Celotto: "Calenda deve raccogliere firme, meglio punti su lista unica con Renzi"-Elezioni: Renzi, 'fare candidature e liste è facile, ma con Calenda bisogna fare le cose per bene'-Elezioni: da venerdì a domenica deposito simboli e programmi, settimana dopo le liste-Elezioni: Renzi, 'leadership femminile per Iv-Azione? Prima intesa sul resto e poi vediamo'-Elezioni: Renzi, 'Letta ha fatto una frittata, ora Berlusconi ama più Enrico che Gianni'-Elezioni, Guzzetta: "Calenda deve raccogliere firme? Allora anche Di Maio, Tabacci, Bonino..."-Elezioni: Renzi, 'se Berlusconi teme il Terzo polo vuol dire che questa è la soluzione'-**Elezioni: Renzi, 'non abbiamo chiuso con Calenda, c'è tempo'**

Dormire per combattere la paura

Condividi questo articolo:

Un nuova ricerca suggerisce che le persone che dormono meglio possono costruire una migliore resilienza emotiva ed essere meno sensibili alle cose spaventose

Gli autori di un nuovo studio pubblicato sul «Journal of Neuroscience» affermano di aver portato avanti uno dei primi studi che dimostrano che un sonno sano potrebbe proteggere le persone dalla paura e dall’angoscia, mentre la tendenza a dormire irregolarmente potrebbe renderle più probabilmente traumatizzate in seguito.

Per lo studio, un team di ricercatori della Rutgers University ha spedito a casa di 17 persone scelte dei dispositivi di controllo del sonno – ovvero delle fasce che monitorano le onde cerebrali, dei braccialetti che seguono i movimenti delle braccia e dei registratori di sonno – e gli ha chiesto di dormire come avrebbero fatto normalmente, per una settimana. In questo modo hanno potuto controllare il loro sonno in tutte le fasi, specialmente quella REM.

Ogni notte, la maggior parte delle persone dorme circa sette o otto ore, di cui circa due sono di sonno REM, ovvero la fase del sonno in cui il corpo si rilassa completamente e si sogna.
I ricercatori hanno quindi condizionato i partecipanti rispetto ad alcune immagini: hanno mostrato loro degli ambienti ordinari, illuminati da lampade di varie tonalità e ad alcuni di questi colori hanno accoppiato un leggero shock al dito, in modo che i partecipanti temessero le stanze illuminate da certi colori.

Durante l’apprendimento di questa paura, i soggetti che hanno trascorso più tempo nella fase REM hanno avuto meno connettività tra la loro amigdala (o centro di paura del cervello) e la corteccia prefrontale ventromediale e l’ippocampo (regioni del cervello responsabili della codifica dei ricordi); inoltre hanno avuto anche meno attività in quelle aree del cervello, cosa che suggerisce che i soggetti più riposati potrebbero non aver collegato tali paure nel loro cervello in modo così forte.

I ricercatori hanno quindi replicato l’esperimento con un dispositivo di studio del sonno che di solito viene usato per misurare l’apnea, ottenendo gli stessi risultati.
Se questi risultati verranno confermati, sapendo che il sonno REM ci rende meno inclini a codificare le emozioni traumatiche, potremmo interagire in maniera diversa con il mondo reale, cercando di arrestare i traumi prima che questi possano comparire.

In ogni caso, quello che dovremmo iniziare a fare comunque è ridurre lo stress e cercare di dormire meglio perché, di certo, male non ci farà.

Questo articolo è stato letto 268 volte.

benessere, dormire, paura, sonno

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net