ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
730 precompilato 2024, da oggi si può inviare: come fare, i tempi dei rimborsi-"Britney Spears pericolo per sé e per gli altri", l'allarme sui media Usa-Fidanzati morti in garage a Napoli, il padre di lui si toglie la vita-Ia, Ferri (Ey): "Cambierà l’80% delle professioni nei prossimi cinque anni"-Sostenibilità, concorso EvolveArt: premiate le 8 opere vincitrici-Mahmood, 'Nei letti degli altri' è Disco di Platino-Stop social per under 16 e 'paletti' ai baby influencer: la bozza del ddl-Biden: "Vergognosa richiesta Corte penale internazionale mandato arresto per Netanyahu"-Y7, Ferri (Ey): "E' necessario cambiamento di sistema senza perdere di vista esigenze società"-"Lo chiamate ancora Twitter o X?", la domanda del finto Musk scatena i social-Studentessa romana violentata su nave da crociera, arrestati 3 francesi arrestati-Lavoro, Unobravo: +109,7% malessere psicologico, per 8 italiani su 10 rischio burnout-Ia, Deiana: "Il grande gioco-parte prima, la promessa', il mio libro su scenari trasformazione"-Cannes 2024, il ritorno di Demi Moore con il body-horror 'The Substance'-Controllo qualità farmaci, a Merck Italia gli About Pharma Digital Awards-Ingegneri clinici, 'convegno Aiic di riferimento su tecnologie per Ssn'-Incidente a Barletta, auto contro guardrail: morta bimba di 8 mesi-Ostia, polemiche per chioschi "impacchettati" e lidi storici chiusi-G7, Pelino (Y7): "Periodo storico denso di sfide per giovani"-Food: ecco Streg8, nuovo cocktail con Liquore Strega, Bitter 900 Rosso e Chin8 Neri

Depressi? È colpa dell’uomo di Neanderthal

Condividi questo articolo:

Abbiamo parte del Dna in comune con l’uomo di Neanderthal e da questo derivano alcuni problemi

Se soffriamo di depressione la colpa potrebbe essere dei nostri antenati più lontani, gli uomini di Neanderthal. È quando emerge dal confronto di gruppi di geni isolati appartenenti a neanderthaliani confrontati con quelli di uomini moderni in perfetta salute.

Noi abbiamo ereditato dal’1 al 4% del Dna dell’uomo di Neanderthal, ma questo studio, coordinato da John Capra della Vanderbilt University di Nashville e pubblicato su Science, è il primo che fa un confronto diretto.

‘Il Dna dell’uomo di Neanderthal – spiega Capra nello studio – influenza le caratteristiche cliniche dell’uomo moderno come malattie immunologiche, dermatologiche, neurologiche, psichiatriche e riproduttive’.

Alcune variazioni nel Dna dei Neanderthal influiscono sulla nostra pelle, ad esempio il rischio di lesioni prodotte dall’esposizione ai raggi solari. Da loro dipenderebbe anche la dipendenza dalla nicotina e il rischio di cadere in depressione.

Quindi un numero importante di frammenti del Dna di questi nostri antenati i associa a effetti psichiatrici e neurologici.

Spesso frutta e verdura sono piene di pesticidi, che indirettamente ingeriamo. Queste sostanze possono compromettere il nostro Dna?

 

 

Questo articolo è stato letto 64 volte.

depressione, Neanderthal, science

Comments (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net