ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Scuola: Pezzopane, 'serve attenzione doppia per zone colpite da terremoti'-Cina: Scilipoti, 'esposto per silenzio La Vita in diretta su Tienanmen'-Ponte Messina: Siclari (Fi), 'unico modo per avere al Sud Alta velocità'-Covid-19: il primo trattamento testato sugli umani-Ex Ilva: Patuanelli convoca sindacati il 9 giugno, faro su piano industriale-Vaticano: inchiesta, il ‘ricatto’ di Torzi davanti al Papa a udienza Santa Marta 26 dicembre 2018-Vaticano: inchiesta, il ‘ricatto’ di Torzi davanti al Papa a udienza Santa Marta 26 dicembre 2018 (2)-Vaticano: inchiesta, il ‘ricatto’ di Torzi davanti al Papa a udienza Santa Marta 26 dicembre 2018 (3)-Shoah: Pd, vicini a Fiano, sconfiggere razzismo e antisemitismo'-Vaticano: chi è Mincione, il finanziere con l'occhio per il mattone, e non solo/Scheda-Vaticano: chi è Mincione, il finanziere con l'occhio per il mattone, e non solo/Scheda (2)-Vaticano: chi è Mincione, il finanziere con l'occhio per il mattone, e non solo/Scheda (3)-Fase 3: Orlando, 'Circo Massimo di oggi conferma verdetto storia'-**Fase 3: Salvini, 'Mantellini disgustoso con Lombardia, ed è esperto per odio in rete'**-Fase 3: Gelmini, 'stop stretta contante e far emergere quello in circolazione'-**Vaticano: fonti, Mincione non ha ricevuto comunicazioni giudiziarie**-Coronavirus: Napoli (Fi), 'prestito con Mes o si finisce in mano a banche'-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln'-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (2)-Vaticano: finanziere Mincione, 'ecco la mia verità, c'è offerta palazzo Londra da 300 mln' (3)

Ambiente, non buttare a terra le gomme da masticare. Costa troppo smaltirle

Condividi questo articolo:

L’abitudine di gettare una gomma da masticare a terra puo’ costare molto cara ai Comuni che devono smaltire i ‘chewing gum’ 

Ogni giorno in Italia si consumano circa 28 milioni di gomme da masticare. ‘Chewing gum’ classiche alla menta, al sapore di fragola o a quello di liquirizia. I gusti sono tanti, ma l’abitudine purtroppo è una sola. Disfarsene, una volta masticate e consumate, nel modo più semplice e più immediato. Spesso infatti la gomma da masticare, o il chewingum se lo vogliamo dire all’americana, viene gettata dal finestrino della propria auto, buttata per strada lasciandola attaccare al pavimento stradale, o attaccato sotto banchi, muri e panchine. Minimo sforzo, massima maleducazione. E soprattutto massimo costo per rimuovere questo materiale.

Già, buttare a terra una ‘chewing gum’ può costare molto caro ai Comuni, che poi dovranno ripulire le strade. Nella sola città di Londra le aziende di trasporti e il Comune spendono ogni anno 4 milioni di sterline, ovvero sei milioni di euro, per liberarsi dalle gomme appiccicate ai marciapiedi e alle banchine delle metropolitane.

La soluzione a tutto questo, certo, potrebbe essere la semplice educazione e il rispetto per l’ambiente che ci circonda. Ma se proprio non ne vogliamo sentir parlare di rinunciare a gettare le gomme da masticare per terra, allora scegliamo almeno le gomme biodegradabili, capaci di scomparire da sole dopo qualche tempo, senza lasciare a terra quelle antiestetiche macchie nere da ‘chewing gum’ calpestato più volte dalle scarpe dei passanti. Possiamo anche scegliere un ‘chewing gum’ biodegradabile al 100%, naturale, vegetale e senza glutine. Questo ‘chewing gum naturale’ possono masticarlo anche le donne in gravidanza o in fase di allattamento perchè non contiene il velenoso aspartame.

(GC) 

Questo articolo è stato letto 26 volte.

buttare a terra la gomma da masticare, chewing gum biodegradabile, gomma da masticare biodegradabile, gomme, gomme da masticare, gomme gettate per terra, macchie gomme da masticare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net