Indonesia: erutta vulcano, oltre 200mila persone sfollate

Condividi questo articolo:

Il vulcano Kelud ha eruttato: la colonna di fumo prodotta e’ visibile a chilometri di distanza. Oltre 200.000 persone sono costrette a lasciare le proprie abitazioni

 

Il vulcano Kelud, in Indonesia, ha iniziato ad eruttare e oltre 200.000 persone sono costrette a lasciare le proprie abitazioni. A dirlo la Bbc, che ha riferito che la colonna di fumo prodotta dall’eruzione è visibile a chilometri di distanza e che alcuni villaggi sono stati ricoperti da oltre 4 cm di cenere. L’eruzione è iniziata ieri a tarda sera, e secondo i vulcanologi indonesiani è probabile che non si ripeta con la stessa intensità, nonostante continuino i tremori alla base del vulcano.

 

L’eruzione del vulcano Kelud ha, purtroppo, causato già le prime vittime: 2 morti. Le autorità hanno disposto l’evacuazione di tutti i residenti di 36 villaggi nel raggio di 10 km. Secondo l’Agenzia nazionale per la gestione dei disastri, la cenere vulcanica è stata trasportata in alcuni casi fino a 200 km di distanza, investendo anche le città di Surabaya e Yogyakarta in una regione densamente popolata. A causa dell’eruzione del vulcano sono stati chiusi anche i tre principali aeroporti della regione, compreso quello di Surabaya, distante 130 km.

gc

Questo articolo è stato letto 4 volte.

eruzione indonesia, Kelud, vulcano Kelud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net