ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Oikos, la pittura ecologica compie 40 anni-Grappa: aumenta domanda prodotti premium e invecchiati, export +32% tra 2019 e 2022-Chiari (Cameo): "Parità genere centrale, dopo certificazione puntiamo a nostro Manifesto"-Imprese: Epar, contributo a fondo perduto per Academy aziendali anche per pmi-Cida, il 28 febbraio open day per petizione 'Salviamo il ceto medio'-Vino: Suavia, con 'I luoghi' il racconto di una famiglia e della sua terra-'Un concerto per le feste' all'Istituto Polacco di Roma-Libri: networking per costruire il futuro, esce 'Il Potere delle relazioni' di Marco Vigini-Ucraina, Architetti italiani 'in campo' con 'Design for Peace'-Design: Talenti compie 20 anni, outdoor made in Italy tra design e tecnologia-Subito, 2023 con incremento a doppia cifra fatturato rispetto al 2022 -Gallucci (Giovani Confindustria Fermo): "Il marketing a difesa del primato distretto calzatura Marche"-Mozzarella di bufala Dop: export oltre 40%, al via da Parigi tour di promozione-Crollo Firenze, Di Franco (Fillea): "Incontro lunedì con governo? vogliamo trattativa vera"-Milleproroghe, l'esperto: "Ecco come funzionano le nuove regole sul contratto a termine"-Vino, al via corso Onav Roma per assaggiatori - I livello-Fenimprese: ecco libro 'E' nata una stella', ricavato in beneficenza-Social, Udicon: influencer no, recensioni on line sì, ecco come italiani scelgono acquisti-Energia, Zullo (Miwa Energia): "Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente"-Professioni, Corrado Sassu: "L'agente immobiliare è l'investigatore privato di chi cerca casa"

Fiori stampati in 4D: una svolta in campo medico

Condividi questo articolo:

Una sperimentazione per stampare oggetti in 3D che possano anche spostarsi e flettere nel corso del tempo

Quando si tratta di medicina, la stampa in 3D è davvero importante e diversificata; sono molti gli usi che i medici riescono a farne: dalla lavorazione di protesi a basso costo ai rattoppi –  o addirittura alle sostituzioni – di ossa rotte, passando per la creazione di  farmaci nuovi. I problemi arrivano quando si tratta di sostituire gli organi, perché non c’è materiale stampabile che possa muoversi o cambiare forma nel corso del tempo, imitando i processi naturali. Per questo, i ricercatori di Harvard stanno cominciando a testare la «stampa 4D»: un metodo per stampare oggetti 3D che possono essere progettati per spostarsi e flettere nel corso del tempo.

Ispirati dalle strutture naturali come le piante, che cambiano la loro forma in risposta agli stimoli ambientali, Jennifer Lewis e il suo team di ricercatori del Wyss Institute for Biologically Inspired Engineering di Harvard hanno utilizzato fibre di cellulosa della pasta di legno per creare fiori iridescenti stampati in 3D che possono piegarsi e torcersi quando sono immersi nell’acqua. Le fibre vengono mescolate con una sostanza gelatinosa che si chiama idrogel acrilammide e che si espande quando viene bagnata; poiché le fibre possono essere stampate in modo da allinearsi in una direzione specifica, il gel si espande longitudinalmente, ma non lateralmente: quindi, usando modelli matematici, i ricercatori sono in grado di creare disegni incrociati, allineando le fibre in modo che i fiori si pieghino in specifiche forme predeterminate ).

Questo nuovo metodo di stampa 4D ha alcune interessanti implicazioni per la tecnologia medica. Se si riuscisse a replicarlo in questo campo, infatti, ciò renderebbe più facile creare, per dire, un cuore stampato in 3D, perché invece di dover stampare l’intera struttura a strati, il tessuto potrebbe essere stampato in un foglio piano che poi si trasformerebbe nella forma desiderata. 

Questo articolo è stato letto 22 volte.

4D, fiori, stampa

Commento

  • … [Trackback]

    […] Read More on to that Topic: ecoseven.net/ambiente/news-ambiente/fiori-stampati-in-4d-una-svolta-in-campo-medico/ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net