ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Governo: Letta, 'no ipotesi voto anticipato in primavera'-Codere, ristrutturazione del Gruppo non pregiudica andamento attività-**Pd: Letta, 'battuto sovranismo, ora costruire condizioni per vittoria a politiche'**-Quirinale: Letta, 'Berlusconi ha deciso di farsi prendere in giro da Salvini e Meloni'-Pd: Letta, 'Agorà percorso di popolo che ci porterà a vincere politiche'-Mobilità e decarbonizzazione, i temi sul tavolo di ForumAutoMotive 2021-**Quirinale: Orlando, 'occasione sganciamento forze liberali nel centrodestra'**-Elezioni: Orlando, 'successo politico grazie a qualità candidati e alleanze forti'-Pensioni: Orlando, 'lotta a disuguaglianze è valutare diverse condizioni lavoro'-Pd: Bruno Bossio, 'non cedere ai populismi, in Calabria sconfitti per inseguire i 5stelle'-Minenna (Adm): "Progetto di Philip Morris importante per Emilia Romagna e Paese"-Pd: Ricci, 'bene Letta su sindaci, dem partito della prossimità'-Frosinone, il tabaccaio che sparò per difendersi: "Uccidere è disgrazia che non si cancella"-Bonaccini: "Investimento Philip Morris su ricerca e innovazione crea competenze"-#Ogniminutoéprezioso, Giornata mondiale contro ictus cerebrale-Omofobia: Grassadonia (Si), 'no mediazioni al ribasso su ddl Zan'-Manovra: flash mob Psi contro caro bollette, 'emendamenti per alleggerire peso famiglie'-Philip Morris International, in Italia 600 mln di euro di investimenti in tre anni-Nasce la Scuola di Alta formazione per la transizione ecologica-Haier: investe 85 mln per fabbriche Turchia, cerimonia con Erdogan

‘Ferma il TIPP’: Greenpeace lancia la petizione

Condividi questo articolo:

Greenpeace in prima linea contro il TIPP: lancia una petizione on-line

Il mese scorso quasi 400 organizzazioni, tra esse Greenpeace, hanno lanciato una campagna contro il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), un accordo commerciale e di libero scambio che stanno negoziando Unione Europea e Stati Uniti d’America.

La campagna, rivolta ai parlamentari europei, chiedeva lo stop dei negoziati: secondo le organizzazioni, oltre a non essere pubblici, potrebbero avere un grave impatto sui diritti dei cittadini.

Ora Greenpeace torna sul tema lanciando anche una propria petizione: ‘Ferma il TIPP‘. Secondo l’associazione ambientalista ‘Questa trattativa, con la scusa di un’armonizzazione delle normative sul libero commercio, antepone il mercato e gli interessi privati a quelli della collettività e apre ad una riduzione degli standard sociali e ambientali.Le trattative sul TTIP si sono svolte finora a porte chiuse: Parlamenti nazionali e cittadini non sono adeguatamente informati su normative che potrebbero invece incidere sui loro diritti.’

Sempre secondo Greenpeace, subordinare l’ambiente e i diritti dei cittadini agli interessi degli investitori privati, consentendo alle multinazionali di far causa agli Stati è inaccettabile: mettere priorità sull’ambiente, la salute e i diritti e non agli investimenti di capitali.

 

a.po

 

Questo articolo è stato letto 7 volte.

ambiente, diritti, europa, greenpeace, petizione, TIPP, usa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net