ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Calcio: Napoli, trauma contusivo del bicipite femorale destro per Lobotka-Elezioni: Sibilia a Calenda, 'guerra a Conte? Salvini e Meloni brindano'-Scala: domani proiezione 'Macbeth' anche al carcere di San Vittore-Bancarotta: Sampdoria, 'vicende non riguardano club ma Ferrero si dimette da presidente'-Rider: Romano (M5S), 'vanno assunti, da Ue giunga messaggio chiaro'-Mediaset: Berlusconi, 'gruppo si va sempre più internazionalizzando'-M5S: nuova 'apertura' Berlusconi,' ha dato voce a disagio reale che merita rispetto'-Governo: Quagliariello, 'Renzi? Per ora avvicinamento, niente gruppi o partiti'-Calcio: Berlusconi, 'oggi è affare di finanza internazionale, di petrolieri magnati e fondi'-Libri: 'Un uomo, un medico', cinquanta anni di storia raccontata da Maristella Panepinto (2)-**Covid: i 'danneggiati dal vaccino' sfilano di fronte a Speranza, 'abbandonati dallo Stato'**-**Covid: i 'danneggiati dal vaccino' sfilano di fronte a Speranza, 'abbandonati dallo Stato'** (2)-Covid: Lega a Fedriga, 'avanti così Max, ti siamo vicini'-Manovra: emendamento Potere al popolo scritto con operai Gkn, stop delocalizzazioni-**Calcio: Scaroni, 'al momento da parte di Elliot nessun orientamento verso cessione Milan'**-Covid: Serracchiani, 'vicini a Fedriga, basta clima d’odio'-Papa: Mattarella, 'incoraggia dialogo e coesione in Mediterraneo'-Calcio: Scaroni, 'Plusvalenze? No a denominatore comune che club devono fare salti mortali'-**Stadio Milano: Scaroni, 'annuncio progetto finale prima di Natale'**-Manovra: Gazzi, 'Cambiarla per garantire diritti'

Dal Giappone, l’invasione della pianta Poligono

Condividi questo articolo:

Il Poligono è stata importata come pianta ornamentale dal Giappone ed ora l’Europa deve farci i conti. E’ infestante e difficile da sradicare, crea problemi alle altre specie e favorisce l’erosione

Forte e invasiva il Poligono, pianta originaria del Giappone ha ormai trovato casa anche in Italia. Non semplicemente un modo di dire poiché questa pianta è talmente invasiva da rappresentare un vero problema per gli edifici accanto a cui cresce. In Gran Bretagna, paese dove venne importata già nell’800 dall’Oriente, rappresenta un vero problema e deprezza il valore delle case che la tengono in giardino. E dire che sarebbe una bella pianta ornamentale con i suoi piccoli fiori bianchi e i fusti simili a canne.

Il Reynoutria japonica ama gli ambienti umidi e l’acqua, si riproduce a velocità supersonica, non conosce parassiti, resiste ai diserbanti ed è quindi difficilissima da tenere sotto controllo o da sradicare. In Italia sarebbe già molto diffusa in tutto il nord, ma problemi analoghi sono stati riscontrati in Svizzera, Germania, Austria tanto che a fine agosto il Cantone di Zurigo ha organizzato un Workshop riunendo tutti gli esperti dei Paesi infestati e lanciando l’allarme. La pianta è stata già inserita nella lista delle 100 specie più invasive in Europa. Si trova frequentemente lungo gli argini dei fiumi, ma anche lungo i bordi di strade e ferrovie e nei terreni incolti, mostrando un’incredibile capacità di adattamento. La sua diffusione preoccupa perchè produce danni: il fogliame denso impedisce alla luce di raggiungere il suolo e ostacola la crescita di specie indigene, i fusti aerei seccano in inverno e lasciano il suolo nudo, esponendolo all’erosione. Anche lo scorrimento delle acque può essere ostacolato, e la lotta lungo le linee ferroviarie è molto onerosa. Per tenerla sotto controllo si consiglia di falciare il popolamento ogni mese almeno per 5 anni così da indebolire i rizomi. Le piante tagliate e i rigetti devono essere incenerite, in nessun caso compostate.

AS

Questo articolo è stato letto 659 volte.

erosione, fiumi, giappone, pianta, POligono, suolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net