ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Calcio: Serie A, Massa arbitra Roma-Napoli e Mariani Inter-Juve-Sport: Patuanelli, ‘protocollo Crea e Sport e Salute per corretti stili di vita’-Calcio: Berruto (Pd), 'che dicono Lazio, Serie A e Coni dei saluti fascisti'?-Calcio: Serie A, gli arbitri della nona giornata-Manovra: Misiani (Pd), 'va nella giusta direzione, lavoreremo per migliorarla'-Calcio: Lazio, falconiere biancoceleste fa il saluto romano e inneggia al Duce-Manovra: Cuppi (Pd), 'bene taglio Iva assorbenti, il ciclo non è un lusso'-Calcio: Perantoni, 'fascisti fuori dal calcio, bene condanna Ucei'-Automobilismo: Mille Miglia, la 40esima edizione si terrà dal 15 al 18 giugno 2022 (2)-Recovery: Draghi, 'dottorati ricerca passeranno da 9mila a 20mila'-Lavoro: Fedeli (Pd), 'ddl parità salario al Senato, commissione in sede deliberante'-Lavoro: Fedeli (Pd), 'ddl parità salario al Senato, commissione in sede deliberante' (2)-Calcio: Newcastle, esonerato l'allenatore Steve Bruce-Migranti: Draghi, 'approccio governo efficace e umano o creeremo dei nemici' (2)-Livi (Q8): "Un piacere contribuire a restauro opera che racconta bene inclusività"-Bollette: Draghi, 'partita difficile, ma aumento prezzo gas credo temporaneo'-Champions, Tardelli: "Vittoria convincente dell'Inter, ora serve successo in trasferta"-Migranti: Draghi, 'approccio governo efficace e umano o creeremo dei nemici'-Bollette: Draghi, 'partita difficile, ma aumento prezzo gas credo temporaneo' (2)-Pd: Letta, 'dati su voto giovani incoraggianti, siamo sulla buona strada'

Come sarebbero le piante su un pianeta alieno?

Condividi questo articolo:

Mentre esplorano la nostra galassia, gli scienziati immaginano come potrebbe funzionare l’evoluzione delle piante sui pianeti in grado di ospitare la vita

L’idea di scoprire e studiare la vita aliena ha stuzzicato gli scienziati per secoli. Gli astronomi hanno studiato tutti i pianeti della cosiddetta «zona abitabile» (ovvero con una distanza da un sole tale che l’acqua non sia costantemente bollente o congelata) per trovare qualche segno di vita qualsiasi, microbica o intelligente. A forza di cercare, hanno iniziato a creare una serie di speculazioni e si sono interrogati su come sarebbe la vita vegetale aliena sulla base delle diverse dimensioni, atmosfere e stelle associate dei diversi pianeti. 

Innanzitutto, se questi pianeti fossero più piccoli della Terra, tutte le piante su di essi sarebbero di gran lunga più alte, più sottili e con le foglie più ampie di quelle terrestri perché la gravità inferiore permetterebbe ai gambi di sopportare più massa. Se al contrario, invece, questi pianeti fossero più massicci della Terra, le piante sarebbero più basse e più grosse, con un’ampiezza minore delle foglie, perché sul pianeta sarebbe tutto più pesante.
Dal punto di vista dell’atmosfera, invece, se fosse più leggera non causerebbe alcuna brezza sul pianeta, se non particolarmente debole, e ciò significherebbe che, a livello evolutivo, le piante non sarebbero particolarmente robuste, ma alte e sottili. Un’atmosfera pesante, invece, produrrebbe piante più grosse e più vicine al suolo, al fine di resistere ai venti forti.

Per quanto riguarda invece le stelle a cui si può essere «associati», c’è da dire che le nostre piante sono verdi al fine di catturare la luce blu e rossa che il nostro sole emette mentre riflette quella verde, che è minima. Siccome però non tutte le stelle operano in questo spettro di colori, non è detto che su altri pianeti le piante sarebbero verdi, anzi: per esempio, se i pianeti alieni fossero dipendenti da una stella che emette una luce più verde e più blu, sarebbero presenti molto probabilmente piante di un colore rosso vivo.
Una natura da immaginare che, magari, un giorno, scopriremo davvero.

Questo articolo è stato letto 28 volte.

piante, spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net