ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Canone Rai in bolletta: ecco chi deve pagare e chi no

Condividi questo articolo:

Residenza, prima cassa e utenza elettrica: capiamo come questi fattori influenzano il pagamento del Canone Rai

Da quest’anno il canone Rai verrà inserito automaticamente nella bolletta elettrica a partire da luglio (legge 208/2015) e l’importo è pari a 100 euro.

Si pagherà di meno rispetto agli scorsi anni e sarà di fatto impossibile evadere.

Per sapere se dovremo pagarlo dobbiamo verificare se la nostra residenza coincide con l’utenza elettrica. È quando si apprende dal sito canone.rai.it

  • Il canone ordinario è dovuto da chiunque detenga un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive
  • si presume nel caso esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza

In pratica il cane verrà addebitato sulla prima casa, dove l’inquilino ha una ‘utenza domestica residenti’.

E gli inquilini che vivono in una casa nella quale hanno la residenza ma non l’utenza elettrica intestata? Teoricamente dovranno pagare comunque, ma le modalità devono essere ancora stabilite: si attendono infatti i decreti attuativi del governo. 

I proprietari di casa invece dovranno pagare solo per la casa in cui hanno la residenza.

Alcune categorie sono invece escluse dal pagamento:

  • Anziani over 75 con reddito proprio e del coniuge entro 6.713,98 euro all’anno
  • titolari di utenza elettrica per la seconda casa
  • chi ha comunicato alle Entrate di non avere la tv nel 2016

 

 

Questo articolo è stato letto 6 volte.

bolletta, canone Rai, Domicilio, Residenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net