ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll

Barriera Corallina: un viaggio a portata di tutti, grazie a Google

Condividi questo articolo:

Scendere nei fondali ed esplorare le Barriere Corallini: un sogno? No, grazie a Google Maps tutti possiamo provare l’ebbrezza di nuotare tra pesci mai visti

Con  Google Maps  potremo tutti esplorare coralli e fondali marini restando, fortunatamente o purtroppo, seduti comodi sul proprio divani. Grazie alla collaborazione fra Google e il Catlin Seaview Survey, infatti, ora sarà possibile immergersi dentro la Grande Barriera Corallina per esplorarne il fondale. 

Tutti gli utenti, attraverso Google Maps potranno dirigersi al largo dell’Isola Heron e nell’arcipelago della Barriera Corallina al largo di Gladstone, Queensland, potranno immergersi sott’acqua e scoprire la flora e la fauna che abitano i fondali lontani. In questo modo tutti avranno la possibilità di ammirare ‘da vicino’ le bellezze della Barriera Corallina, prima che i cambiamenti climatici portino questo tesoro del mare a scomparire e ad essere irrimediabilmente danneggiato.

Barriera Corallina_Google_Maps

Tutti potranno ammirare la Grande Barriera Corallina grazie al lavoro di sei piccole squadre di subacquei, che in sei mesi, con tre macchine fotografiche e su ogni veicolo subacqueo, hanno catturato immagini ogni quattro secondi.  

(gc)

Questo articolo è stato letto 6 volte.

barriera Corallina, barriera corallina esplorazione, coralli, fondali mare esplorazione, google, Google barriera corallina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net