ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Libia: le prime parole del comandante ferito a Mazara 'Sono vivo'-Libia: l'abbraccio del comandante ferito con i familiari-Covid Germania, superati i 3,5 milioni di contagi da inizio pandemia: le news-Brasile, strage nella favela di Rio: i morti sono 28-Libia: sindaco Mazara, 'incontrerò i ministri Di Maio e Guerini'-**Libia: al porto di Mazara anche i Carabinieri della Scientifica per i rilievi sul peschereccio**-Libia: peschereccio Aliseo entra al porto di Mazara-Libia: Aliseo scortato da una motovedetta dalla Guardia costiera-Libia: il comandante Giacalone ferito con una vistosa fasciatura sulla testa-Libia: atteso a Mazara l'arrivo del peschereccio 'Aliseo' attaccato dalla Guardia costiera libica-**Covid: ieri 505mila vaccini, oltre 23 mln dosi somministrate da inizio campagna**-Infortuni: Gambardella (Cisl Basilicata), costituire tavoli di crisi sulla sicurezza-Covid: Draghi, da Ue 80% export vaccini, altri Paesi rimuovano blocchi, bene Biden-Covid: Draghi, a big pharma ingenti risorse pubbliche, restituiscano a chi ha bisogno-Covid: Draghi, se ben congegnata deroga brevetti non è disincentivo per chi produce-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini'-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini' (2)-Giustizia: Salvini, 'referendum un aiuto a Draghi, nessuna sfiducia verso Cartabia'-Ue: Sassoli, 'nessuno resti indietro, ora tocca a noi'-Covid: Von der Leyen, 'ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema'

Aumento dell’Iva e calo dell’Irpef, così la Legge di stabilità

Condividi questo articolo:

Approvata la Legge di Stabilità: calo dell’Irpef, aumento dell’Iva e tagli a Sanita’ e amministrazioni pubbliche, ma anche Imu per la Chiesa e riduzione dell’illuminazione notturna

Meno Irpef e dimezzamento dell’aumento previsto dell’Iva. E’ stata approvata nella notte la Legge di stabilità. Diminuzione dell’Irpef, aumento dell’Iva e nuovi tagli a Sanità e amministrazioni locali: sono questi i punti cruciali del provvedimento approvato dal Governo, dopo ben sette ore di riunione.

A sorpresa, la Legge di stabilità contiene il calo dell’Irpef, che partirà dal 2013 e riguarderà le due aliquote più basse: quella del 23% (fino a 15mila euro di reddito) scende al 22 e quella del 27% (da 15. 001 a 28.000 euro) al 26%. La manovra del calo dell’Irpef costerà, alle casse dello Stato, circa 5 miliardi: il costo per la riduzione della prima aliquota Irpef, che si applica su tutti i redditi, è di 4 miliardi, quello del secondo scaglione vale un altro miliardo. Ai redditi al di sotto dei 7.500 euro, che è la soglia di no tax area, non accade nulla. Anche i redditi fino a 15.000 euro saranno comunque tutelati e non verranno toccati nemmeno nelle detrazioni e nelle deduzioni. Per i redditi al di sopra dei 15.000 euro, invece, scattano i tagli alle agevolazioni fiscali: arriva un tetto di 3.000 euro alle detrazioni e per molte deduzioni (ma non su quelle per la sanità) viene introdotta una omogeneizzazione, con una franchigia di 250 euro.

Il Governo, con la Legge di Stabilità, aumenta l’Iva: l’aliquota massima dell’imposta crescerà invece di un solo punto dal 21 al 22%. Non solo: il Governo impone nuovi tagli a Regioni, sanità e pubblico impiego, con il blocco confermato degli aumenti degli statali. C’è anche una stretta sui permessi previsti dalla legge 104 per i disabili o per la cura di parenti affetti da handicap, con la retribuzione per i giorni di permesso (tre al mese) che scende al 50%.

Con la Legge di Stabilità si introduce anche la Tobin tax, ovvero  la tassa sulle tassazioni finanziarie, e il pagamento dell’Imu anche per la Chiesa, a partire dal 2013. Altri ricavi, infine, verranno dalla riduzione dell’illuminazione notturna delle strade.

(gc)

Questo articolo è stato letto 6 volte.

approvata Legge di Stabilità, aumento iva, calo Irpef, Imu Chiesa, Irpef, legge di stabilità, tagli Sanità, tasse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net