ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Libia: le prime parole del comandante ferito a Mazara 'Sono vivo'-Libia: l'abbraccio del comandante ferito con i familiari-Covid Germania, superati i 3,5 milioni di contagi da inizio pandemia: le news-Brasile, strage nella favela di Rio: i morti sono 28-Libia: sindaco Mazara, 'incontrerò i ministri Di Maio e Guerini'-**Libia: al porto di Mazara anche i Carabinieri della Scientifica per i rilievi sul peschereccio**-Libia: peschereccio Aliseo entra al porto di Mazara-Libia: Aliseo scortato da una motovedetta dalla Guardia costiera-Libia: il comandante Giacalone ferito con una vistosa fasciatura sulla testa-Libia: atteso a Mazara l'arrivo del peschereccio 'Aliseo' attaccato dalla Guardia costiera libica-**Covid: ieri 505mila vaccini, oltre 23 mln dosi somministrate da inizio campagna**-Infortuni: Gambardella (Cisl Basilicata), costituire tavoli di crisi sulla sicurezza-Covid: Draghi, da Ue 80% export vaccini, altri Paesi rimuovano blocchi, bene Biden-Covid: Draghi, a big pharma ingenti risorse pubbliche, restituiscano a chi ha bisogno-Covid: Draghi, se ben congegnata deroga brevetti non è disincentivo per chi produce-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini'-Covid: la via di Draghi sui brevetti, 'deroga a tempo e stop blocco export vaccini' (2)-Giustizia: Salvini, 'referendum un aiuto a Draghi, nessuna sfiducia verso Cartabia'-Ue: Sassoli, 'nessuno resti indietro, ora tocca a noi'-Covid: Von der Leyen, 'ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema'

Il Giappone ha deciso di riversare l’acqua contaminata di Fukushima nel mare

Condividi questo articolo:

acqua contaminata

Parliamo di più di 1 milione di tonnellate di acqua contaminata

Il governo giapponese ha annunciato la sua decisione: più di 1 milione di tonnellate di acqua contaminata dalla stazione nucleare distrutta di Fukushima verrà riversata in mare.

Come è noto, il disastro nucleare di Fukushima Daiichi avvenne a seguito di un terremoto di magnitudo 9 e successivo tsunami avvenuto l’11 marzo 2011 che causò la perdita di controllo di tre reattori con emissioni di radiazioni e esplosioni e generò l’accumulo dell’enorme quantitativo di acqua da parte dell’azienda Tokyo Electric Power Co. (Tepco) che gestisce l’impianto e che aveva usato l’acqua per raffreddare i reattori.

La Corea del Sud si è opposta con forza a questa decisione.

E la Cina ha chiesto di non farlo senza l’autorizzazione “da parte di altri Paesi e dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea)”, come spiega ANSA. Anche Greenpeace Giappone ha fatto sapere di essere contraria a una decisione che ignora tutti i rischi che il rilascio può comportare, compresi forti ripercussioni sull’industria della pesca di Fukushima, che da anni si oppone a un simile passo.

Il lavoro per rilasciare l’acqua inizierà tra circa due anni, ha detto il governo.

E si prevede che l’intero processo richiederà decenni – che è uno dei motivi per cui lo smaltimento dell’acqua contaminata dall’impianto di Fukushima Daiichi si è rivelato un problema spinoso per il Giappone.

“Sulla base del rigoroso rispetto degli standard normativi che sono stati stabiliti, selezioniamo il rilascio oceanico”, ha detto il governo in una dichiarazione – che vuol dire che l’acqua sarà nuovamente filtrata per rimuovere gli isotopi nocivi e sarà diluita per soddisfare gli standard internazionali.

 

Questo articolo è stato letto 30 volte.

acqua contaminata, Cina, disastro di fukushima, fukushima, giappone, inquinamento, pesca

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net