america

Bentornata America

Condividi questo articolo:

america

Ascoltiamoci reciprocamente. L’unità è l’unica strada per andare avanti. È il tempo del coraggio. Le parole di di Biden nel suo discorso di insediamento

“Chiedo a tutti gli americani di aiutarmi nell’unire il Paese. (…) l’unità è l’unica strada per andare avanti”, e ancora, “Non c’è momento migliore per iniziare che l’oggi”. “Vinceremo sul suprematismo bianco e sui terroristi interni – ha aggiunto – . Sarò il presidente di tutti gli americani, mi batterò anche per coloro che non mi hanno sostenuto”. “Il mondo ci guarda. Ripareremo le nostre alleanze“. “Abbiamo il primo vicepresidente donna, Kamala Harris: non ditemi che le cose non possono cambiare”. “Difenderò la costituzione, l’America, lo farò tutto per voi. Insieme possiamo scrivere una storia americana di speranza e di unità“. “E’ il tempo del coraggio”.

Così, Joe Biden nel discorso di insediamento dopo aver giurato come 46/mo presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts. Parole che sono risuonate come musica di speranza non solo per l’America ma per il mondo intero.

Il giuramento su una vecchia bibbia di famiglia (127 anni) tenuta dalla moglie Jill.

La formula di rito

“Giuro solennemente di adempiere con fedeltà all’ufficio di presidente degli Stati Uniti e di preservare, proteggere e difendere la Costituzione al meglio delle mie capacità. Che Dio mi aiuti”

ha riecheggiato la grandiosità di una nazione e della democrazia sugellate della prima vicepresidente donna, di origini afroamericane e indiane, della storia americana, Kamala Harris.

“Mi fa piacere pensare che quello che per noi è oggi storico – una donna che giura per la vicepresidenza, sembrerà una cosa normale e ovvia quando le nipoti di Kamala saranno cresciute”, twitta l’ex segretario di stato, Hillary Clinton.

Pochi minuti dopo, Joe Biden ha firmato 17 ordini esecutivi.

Il primo impone l’obbligo di mascherina e distanziamento sociale negli edifici e nei territori federali contro la pandemia. Poi, tra gli altri, il rientro nell’accordo di Parigi sul clima, la revoca del divieto di ingresso negli Usa ai cittadini di alcuni Paesi musulmani, lo stop all’oleodotto Keystone tra Canada e Usa, la fine della dichiarazione di emergenza per dirottare fondi per il muro col Messico.

Il mondo intero ha assistito agli albori di una America che rinasce, come la Fenice, dalle sue ceneri.

Ben tornata America!

Questo articolo è stato letto 34 volte.

46 presidente degli stati uniti, Accordi di Parigi, America, giuramento joe biden e kamala harris, joe biden, kamala harris

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net