ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Tumori, torna sul web raccolta fondi per 'La forza e il sorriso Onlus'-Covid, Baldassarre: "Contestazioni su Dpcm non riguardano sentenza Corte"-**Fi: Brunetta 'scalda' chat centristi, Calenda 'buone notizie'**-**Fi: Brunetta 'scalda' chat centristi, Calenda 'buone notizie'** (2)-**Covid: Guzzetta, motivazioni Consulta eliminano distinzione tra norme e atti amministrativi'** (2)-Milite Ignoto: FdI, 'cartolina commemorativa piena errori, governo offende memoria'-L'indagine, per 1 paziente su 5 trattamento anti-Hiv ha impatto pesante-Governo: Rospi (CI), 'promuoviamo piattaforma moderata con Iv, FI e Azione'-L'infettivologa: "Il 57% dei pazienti con Hiv vorrebbe terapia long acting"-L'infettivologa: "Giovani con Hiv tra i più insoddisfatti delle terapie"-Fi: Rosato, 'Brunetta dice cose sagge, spero diventi linea Berlusconi' (2)-Olimpiadi: Vezzali, 'complimenti a Goggia e Moioli, siete volto dell'Italia più bella'-Deejay morta, è scontro tra la Procura e la famiglia di Viviana-Deejay morta: scontro tra Pm e famiglia, Procuratore 'ricostruzioni grottesche'/Adnkronos (3)-Deejay morta: scontro tra Pm e famiglia, Procuratore 'ricostruzioni grottesche'/Adnkronos (4)-Scuola, sciopero studentesco contro doppia fascia oraria a Viterbo: "Vogliamo avere il tempo"-Lamborghini: Gandini, 'io estraneo a Nuova Countach'-Adi: "Covid ha dimostrato ruolo nutrizione, aumentare Unità negli ospedali"-I baffi di mr. Monopoly si tingono di blu per la prevenzione al maschile-Si chiude NeuroMLab, incubatore della neurologia futura

Selfie contro natura

Condividi questo articolo:

I «cercatori di selfie» stanno distruggendo i campi di girasoli della California per trovare lo scatto perfetto

Ormai, tutti ci facciamo foto e selfie: i social network hanno dato la benedizione a una pratica che è sempre stata diffusa, ma che adesso è diventata motivo di esistenza, autonarrazione imposta, ricerca di gratificazione a colpi di like o cuori o condivisioni. Praticamente una guerra, con noi stessi e con la vita che ci scorre intorno.
E nessun guerra è senza feriti.

Lo sanno bene i girasoli della California, visto che, in primavera, orde di turisti si sono riversate in massa nelle piccole città del sud dello stato solo per scattare foto della super fioritura gialla lungo le strade e le colline – soprattutto quella degli alti e vivaci girasoli di Solano County.
Non è un delitto farsi qualche foto in mezzo ai campi, ma il punto è che quando tantissime persone si inoltrano e si spostano alla ricerca della luce e dell’inquadratura che gli permette lo scatto perfetto, i girasoli vengono calpestati, i confini dei campi varcati e le coltivazioni distrutte.

L’ondata di turisti è stata talmente intensa che Borrego Springs, una comunità di 2500 abitanti circa, ha esaurito il cibo, il gas, le stanze d’albergo e il denaro contante nei bancomat, tentando disperatamente di gestire l’ondata di turisti e la fila di 30 Km che si è formata sulla strada mentre i visitatori si fermavano a scattare le loro foto e i loro selfie. Alcuni si sono spinti fino a fare dei picnic, come se si trattasse di un parco nazionale e non di parti fondamentali del lavoro (e quindi del sostentamento) di molti agricoltori – i girasoli, infatti, sono spesso venduti come fiori appena tagliati ma sono vendibili anche per i semi e l’olio di girasole, molti li usano per l’impollinazione incrociata, nutrendo importanti impollinatori su cui fanno affidamento le loro altre colture.

I residenti della contea si sono lamentati con il dipartimento dello sceriffo locale per gli abusi subiti dalle loro proprietà private a causa di questi fotografi dilettanti, tanto che il dipartimento ha deciso di spiegare, tramite social media, quanto fosse inappropriato e sbagliato non rispettare la proprietà di un privato o la vita di un fiore. Ma non è chiaro quanto questo sia servito.

Questo articolo è stato letto 23 volte.

America, california, girasoli, Selfie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net