microplastiche granchio

Le microplastiche stanno rendendo i granchi meno furbi

Condividi questo articolo:

microplastiche granchio

Uno studio irlandese ha scoperto che le microplastiche inibiscono la capacità di un granchio eremita di riuscire a scegliere il suo guscio

Il paguro bernardo, più volgarmente detto granchio eremita, è un professionista quando si tratta di cambiare casa. Nato senza il carapace protettivo, usa sempre nuove conchiglie come casa.

Non appena il suo corpo cresce, si affretta a cercare un nuovo alloggio e così, nel tempo, riesce a fare di questa necessità un’arte raffinata, con interi gruppi di granchi in fila dal più grande al più piccolo, in attesa del momento giusto per uscire dal loro guscio troppo piccolo ed entrare in uno più grande.

Inutile dire che questo comportamento è essenziale per la loro sopravvivenza, visto che senza conchiglie i granchi sono molto vulnerabili.

Il punto è che i detriti di plastica stanno creando un vero problema di confusione a questi paguri. Secondo una nuova ricerca della Queen’s University di Belfast, in Irlanda, l’esposizione a particelle di microplastica nell’acqua inibisce la capacità di un granchio eremita di valutare il potenziale di un nuovo guscio, facendogli prendere decisioni sbagliate.

Lo studio, pubblicato in Biology Letters, descrive il processo di ricerca. Due gruppi di granchi femmine sono stati collocati in due vasche separate.

Entrambe le vasche erano riempite con acqua di mare e alghe, ma una sola delle due conteneva perle di polietilene di 4 mm di diametro. I granchi sono rimasti in acqua per cinque giorni e, quando sono stati rimossi, gli è stato portato via il loro guscio e dato un nuovo guscio in cui spostarsi – solo che questo nuovo guscio non era adatto a loro. Due ore dopo, ai granchi sono state presentate nuove conchiglie di dimensioni adeguate.

Il team ha scoperto che, mentre il 60% dei granchi che non erano stati esposti alle microplastiche si è stabilito in questi gusci di dimensioni ottimali, solo il 31% di quelli esposti alle microplastiche lo ha fatto, dopo aver impiegato molto più tempo degli altri nell’esplorazione.

Ciò suggerisce che l’esposizione alle particelle di plastica cambia il modo in cui i granchi percepiscono i loro gusci.

In altre parole, l’inquinamento sta influenzando la cognizione che i paguri hanno di loro stessi. Il che è profondamente preoccupante, sia considerando l’entità dell’inquinamento da plastica sulle spiagge di tutto il mondo sia considerando quanto essere in grado di effettuare un’accurata valutazione delle case in cui stare è un’abilità di sopravvivenza essenziale per i granchi eremiti.

Ulteriori ricerche approfondiranno il meccanismo attuale in gioco, intanto tutti i granchi utilizzati nello studio sono stati restituiti incolumi alle spiagge irlandesi.

Questo articolo è stato letto 78 volte.

granchi, guscio, microplastiche, paguro

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net