ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Lazio-Salernitana 4-1, ma il pubblico fischia la squadra Tudor-Roberto Cavalli, le donne, Hollywood e gli abiti da sogno del signore dell'animalier-Superenalotto, estrazione oggi: combinazione vincente 12 aprile 2024-Vaccino covid e morti improvvise, nessun legame: i dati Usa-E' morto Roberto Cavalli, lo stilista aveva 83 anni-Stephan El Shaarawy, il salto di qualità del campione gregario-Siracusa, al via gli Stati generali del Cinema-Cinema, Genovese: "Dopo 'Immaturi' il turismo a Paros ha avuto un boom turistico"-Cinema, Mollicone (FdI): "Sosteniamo settore, basta con narrazione strumentale"-1 Maggio, Noemi ed Ermal Meta conducono il Concertone: "Emozionati, lavoro sarà al centro"-Fiorello e le indiscrezioni su Amadeus: "Da lui scelta di vita, vuole nuovi stimoli"-Blue Economy, Giampieri (Assoporti): "Problematica Suez ha aumentato passeggeri croceristici in Mediterraneo"-Blue Economy, Frijia (FdI): "Italia ancora indietro su regolamentazione, colmare gap"-Cinema, Muccino: Negli Usa ho vissuto degli abissi, in Italia ho trovato il mio posto"-Cinema, Santanchè: "La Sicilia scenario unico per case produzione"-Ucraina, Russia: "Accordi di Istanbul siano la base per una nuova soluzione al conflitto"-Arezzo, camion si ribalta e va a fuoco sull'A1: lunghe code-Case green, Dall'Ombra (Assoclima): "Costi direttiva? Impossibile dare numeri seri ora"-Case green, Confimi Edilizia: "Direttiva nuova occasione per aziende, no a errori Superbonus"-Vaccini, Landazabal (Gsk): "Usare tecnologia per chiamata attiva aumenta copertura"

Ecco perché i cani fiutano le malattie

Condividi questo articolo:

Un nuovo studio rivela che ad incidere sono delle alterazioni negli odori

Uno studio condotto dai ricercatori svedesi del Karolinska Institutet diretto da Sinisa Bratulic, ha rivelato il perché i cani riescono a sentire, attraverso l’olfatto, le malattie come il cancro, il diabete, l’epilessia, l’emicrania, la narcolessia.

Lo studio, condotto su 1.260 soggetti era stato iniziato per cercare un metodo non invasivo per individuare precocemente i tumori dalle urine: a permettere ai cani di sentire l’odore della malattia sono dei polisaccaridi, i glicosamminoglicani (GAG), che vengono precocemente alterati dai tumori disgregandosi nel sangue e nelle urine.

Per noi essere umani, che disponiamo di soli 5 milioni di cellule che ci permettono di riconoscere gli odori, sono inodori; ma per i nostri amici a quattro zampe, che dispongono di 150-300 milioni di cellule olfattive a seconda della razza, è molto più semplice. Uno studio pubblicato sul Journal of Neuroscience, condotto dall’Università di New York e dall’Università di San Francisco aveva scoperto che i cani hanno una rete di cinque connessioni nervose che manca nell’uomo che si protraggono dal bulbo olfattivo di questi animali fino ad altre aree del cervello: lobo occipitale, tratto spinale corticale, sistema limbico, lobo piriforme e corteccia entorinale. Questa caratteristica spiega il modo in cui i cani riescano a integrare gli stimoli olfattivi nei funzionamenti cognitivi, riuscendo a riconoscere tantissimi tipi di odori, facilmente.

Grazie ai test condotti, i ricercatori sono stati in grado di identificare 14 tipi di tumori con una sensibilità del test compresa fra il 41,6 e il 62,3% e una specificità del 95% per i tumori ancora al primo stadio, un’accuratezza diagnostica che è il doppio di qualsiasi altra metodica disponibile attualmente.

Luna Riillo

Questo articolo è stato letto 65 volte.

cancro, cani, cani fiutano malattie

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net